Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 34

Discussione: Il Tiziano chiuso per 1 settimana

  1. #11

    Predefinito

    Ha ragione , mi dispiace tantissimo per il signor Pompanin ,non perchè è mio paesano ,e per tutto il Cadore.Essere il gestore di un ambiente oggigiorno è davvero difficile e impegnativo . Ha tutta la mia solidarietà e spero anche quella dei suoi clienti

  2. #12
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Cadore
    Messaggi
    6

    Predefinito

    Resoconto di sabato 29/09/2012 a Pieve di Cadore:

    Spopolamento totale; 4 gatti al check, 4 al roccolo, 4 al bar vecchio a Domegge, Road chiuso prestissimo.
    Carabinieri ovunque. Ritengo che siano necessari SEMPRE, ma ieri sera la loro presenza è servita a poco perchè OVVIAMENTE tutto era deserto..e dalla prossima settimana, quando riaprirà il Tiziano e ricominceranno le solite situazioni, loro non ci saranno più (Spero di sbagliarmi e mi auguro di potermi rimangiare quello che ho detto sabato prossimo, in modo da poter dire che tutto sta migliorando)
    "E tutta la gente dov'è?" ci siamo chiesti...
    La risposta: "Sono a Belluno, Pedavena, Treviso, ecc ecc ecc.."

  3. #13
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    246

    Predefinito

    Ho letto vari commenti su facebook e sul forum riguardo la chiusura del Caffè Tiziano per una settimana,una punizione al gestore per comportamenti illeciti ,illegali non consoni alla licenza commerciale del locale da lui gestito.Da quello che si apprende dall'ultimo post del “consigliere esterno”Granzotto sembrerebbe che i motivi per aver così duramente sanzionato il gestore siano da ricercarsi nel fatto che quest'ultimo non abbia ascoltato i ripetuti appelli alla moderazione durante le feste da lui organizzate,al rispetto dell'orario di chiusura,al volume della musica troppo alto ecc.ecc.ecc. Tutto ciò palesemente in contrasto con ciò che è riportato nell'articolo sul giornale che riprende una dichiarazione del Sindaco Ciotti.
    Ora possiamo essere tutti d'accordo riguardo alle lamentele e denunce fatte da Granzotto riguardo la descrizione che fa della piazza Tiziano al temine delle feste a causa di quattro balordi. Argomento incontestabile! Ma il problema è che questa decisione è una chiara resa o meglio,per usare un termine alla Granzotto “sconfitta” della sua Amministrazione la quale incapace di dialogare,imporsi,venire a compromessi, ricercarne le cause,mettersi a fianco di un gestore che si è sempre o quasi comportato con coscienza e responsabilità ha preferito usare il “bastone”.Un buon amministratore o meglio il Sindaco avrebbe dovuto interloquire personalmente col gestore. Invece hanno preferito un summit con le forze dell'ordine.Una specie di delega,noi non siamo riusciti nel nostro intento,diteci voi cosa dobbiamo fare! Un classico! E quindi ,questa ridicola punizione! Come sempre in questi casi si tirano fuori le leggi,le regole,la legalità quando invece basterebbe il BUON SENSO che pare non sia più di moda. Giustamente si dice che il “Gran Caffè Tiziano” non è una discoteca! E' vero,ma non è neanche più il “Gran Caffè Tiziano” dei tempi d'oro!Vorrei sapere quanti genitori sono grati a Stefano perchè i loro figli,che non sono balordi,alla sera rimangono in Cadore senza rischiare la pelle in macchina diretti nelle discoteche della pianura! Sopportare saltuariamente decibel in eccesso, disagi momentanei al plateatico della piazza valgono forse di più di una vita spezzata sulla strada? Questa non è retorica,purtroppo è pura realtà!
    Inoltre poi si guarda sempre al bicchiere mezzo vuoto e mai al bicchiere mezzo pieno!Quando mai c'è stato da parte dell'Amministrazione di Pieve un attestato alla sua professionalità,un riconoscimento pubblico,un grazie a Stefano Pompanin.La piazza di Pieve senza Stefano sarebbe ed è morta! Una persona sempre disponibile,lavoratore instancabile, dalle mille idee e proposte.Quando mai Pieve ha avuto un operatore economico con tali prerogative!Ripeto se c'erano,e credo che ce ne siano stati degli eccessi si doveva provare e trovare un'alternativa alla mera punizione. Il Cadore è morto! Così facendo si tarpano le ali a chi mette la faccia e il lavoro per dare un po' di ossigeno al moribondo!
    No,Granzotto,no Sindaco,no amministratori di Pieve avete “toppato di brutto”!

  4. #14
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Condivido quello che dici, ma come l'hai posta mi sembra più un attacco alla giunta comunale che una soluzione al problema. Premetto che non conosco la giunta e non sono qui a difenderli, ma sarei curioso di capire cosa intendi con....INCAPACE DI DIALOGARE, DI IMPORSI, VENIRE A COMPROMESSI, RICERCARNE LE CAUSE, METTERSI AL FIANCO DI UN GESTORE ecc..ecc... cosa centrano tutti questi paroloni con il fatto che 2 persone, per non usare altro termine, si sono messi le mani addosso o che molti si ubriacano. IMPORSI???? cioè???? DIALOGARE???? VENIRE A COMPROMESSI???? RICERCARNE LE CAUSE?????, mi sembra la solita retorica, mi stupisce anche il fatto che tu dica che se anche ci sono troppi decibel, bisogna sopportare perchè può salvare una vita???? se decido di andare in giù ci vado sia con il Tiziano aperto o chiuso.....ma sopratutto, se io ubriaco decido di mettermi alla guida, mi posso ammazzare a Belluno come a Pieve.

  5. #15
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    246

    Predefinito

    La causa della temporanea chiusura è stato appurato e dichiarato dal consigliere esterno Granzotto non è stata decisa per la zuffa all'esterno del locale ma per i ripetuti “sforamenti” da parte del gestore.Mi sembrava di averlo scritto e spiegato chiaramente le motivazioni ( ti pregherei di rileggerti il mio post).E' chiaro che non condivido la scelta dell'Amministrazione,e anche questo mi sembra averlo spiegato.Con chi se non con chi ha preso questa iniqua decisione devo indirizzare le mie critiche e lamentele? Forse col parroco di Pieve o col il postino?
    Io non ho una soluzione anchè perchè nessuno di noi ha le conoscenze esatte di cosa viene contestato al gestore.Non mi permetterei mai di suggerire soluzioni dall'esterno!Contesto solo ed esclusivamente il metodo adottato.Chiaro? Per me ci sono altre strade da percorrere non solo quella dei divieti. Questa è una mi idea.Per quanto riguarda il fatto che tu sia libero di guidare ubriaco,schiantarti su per un muro,questi sono affari tuoi.
    Sono affari miei invece se tu investi da ubriaco me o un mio famigliare. E in pianura “questo fenomeno “è all'ordine del giorno o meglio della notte.
    Il Tiziano aperto alla sera era ed è un'opportunità perche i ragazzi non scendano a valle a sballarsi e a rischiare la pelle.Poi è tante altre cose.

  6. #16
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    Vi ho letto attentamente e ora, se permettete esprimo il mio pensiero.....
    Il locale ufficialmente si chiude per "lo sforamento" (degli orari presumo?). Beh se c'è una norma che lo permette, non vedo dove sia l'ingiustizia..... Si potevano adottare altri metodi? Certo, ma mi pare e correggetemi se sbaglio, che si stia a parlare di cose già altre volte discusse (insomma non è la prima volta), quindi la recidività nel compiere un'atto di solito è un'aggravante per chi deve decidere!
    Il caffè Tiziano compie un servizio alla comunità, fa sì che i giovani stiano in Cadore ect ect ect? Sì certo ma non ne facciamo un associazione benefica per carità; il proprietario, come è giusto che sia fa i suoi interessi probabilmente li fa bene perchè li fa combaciare con le richieste del territorio (famosa domanda/offerta) e tutto finisce qua.....per l'amor di Dio!
    Che la colpa è del gestore quando due pirlotti si picchiano oppure vomitano o altro fuori dal suo locale? No ci mancherebbe, ma lui è "colpevole" per esempio di somministrare alcoolici a minori di 18 anni (legge dello stato fino a prova contraria); qualcuno qui nel forum (non mi ricordo il nome sorry), racconta di esperienze personali di 15 ENNI che si ubriacano ect....
    Soluzioni? Qualcuno ha tirato in ballo la pianura.... ebbene siccome da là vengo è vero che sono problemi triti e ritriti che puntualmente si ripropongono sopratutto in quei locali che non sono "nè carne nè pesce" cioè nè disco nè solo bar.....siccome questi locali ahimè prendono il meglio ma anche il peggio delle due tipolgie suddette, molti gestori (secondo me furbi) hanno risolto usando per la sicurezza i sistemi delle discoteche sia per gli ingressi sia per il servizio d'ordine esterno..... In questo modo selezioni le gli ingressi (i 15enni stanno fuori o bevono la cocacola dentro il locale) e se qualcuno fuori (La piazza di Pieve non è poi chissà cosa) combina casini lo inviti a smettere oppure avverti le forze di polizia.... boh mi par banale! Certo bisogna pagare qualche persona in più, ma forse l'investimento vale la chiusura del locale.....

  7. #17
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Riporto qui alcuni messaggi che ho scritto nella discussione con Roberto Granzotto su facebook (visto che lì si perderà tutto col tempo):

    La chiusura è scattata a fronte di una rissa successa in PIAZZA Tiziano, sfociata in resistenza a pubblico ufficiale, o per lo meno questo è ciò che ne è uscito i giorni scorsi sui giornali. Quali sono le REGOLE che il Gran Caffè Tiziano non rispetta? Perchè non vengono comunicate una volta per tutte in modo chiaro? Sempre sui giornali, VOI avete ammesso che i problemi sono causati da "qualche balordo". Allora, il problema qui è il Gran Caffè Tiziano o qualche balordo?!
    Roberto, quando avevo 18 anni e mi lamentavo che in Cadore per i giovani non c'era nulla, la vostra risposta è stata di starmene a casa a leggermi un libro. Oggi chiudete il Tiziano per una settimana per punizione. Oggi come allora, confermate la totale chiusura e mancanza di dialogo coi giovani. STATE SBAGLIANDO, ancora!
    Angela (Aurora, qui sul forum) è palesemente imparziale e come consigliere comunale si è allineata a ciò che il comune decide e fa. Pro Loco Tiziano sarebbe bene che si firmasse con nome e cognome in discussioni di questo tipo. Grandi riflessioni sul “disadattamento sociale”, le libertà, il disagio giovanile ecc: luoghi comuni triti e ritriti, AVETE STUFATO.

    Roberto: mettetevi d'accordo o curate meglio la vostra comunicazione perchè il messaggio che è arrivato (e che voi avete divulgato attraverso questo articolo) è che il Tiziano l'avete chiuso dopo il casino di sabato scorso con quella rissa in PIAZZA. Nel virgolettato del Sindaco si parla di DEGRADO e mai di tutto ciò di cui hai scritto tu qui sopra (musica alta, discoteca, balli).
    Se non informate la gente del perchè prendete certi provvedimenti (o peggio, la informate male) non potete poi lamentarvi di tutte le critiche che vi arrivano.
    Leggi e limiti vanno rispettati, non ho mai detto il contrario in questo contesto ed è giusto prendere provvedimenti ma quello che avete preso voi è esagerato, sbagliato, controproducente e tutto fuorché propositivo e di dialogo!
    Ma veramente pensate che chiudendo una settimana il Tiziano risolverete i problemi che ci sono? Non ci posso credere, sembra la decisione di chi non ha la più pallida idea di cosa fare per sistemare le cose e alla fine fa la cosa peggiore. Avete fatto "parfin" un summit "comune-carabinieri" per confezionarla (roba da barzellette).
    Se siete convinti che i problemi si risolvano così, siam messi bene. Caro Roberto, fra un po' non avrete più il problema di cosa rispondere ad albergatori, commercianti e turisti... perchè non ci saranno più!
    Ricordo sempre che il forum è aperto a tutti e tutti possono inserire il proprio messaggio.

  8. #18
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Riporto la nota di Stefano Pompanin, gestore del Gran Caffè Tiziano, appena pubblicata sulla pagina facebook ufficiale del locale:

    Ringrazio di cuore tutti coloro che con senso democratico, civile e liberale sostengono, con note di solidarietà, il Gran Caffè Tiziano e le sue molteplici iniziative e attività. Purtroppo stando dentro al Tiziano solo, con un silenzio tombale, vedendo che fuori piove con nebbia e temperature che aprono le porte solo all’inverno e che amaramente non consentono nemmeno l’attività al Roccolo, mi rende tristissimo... forse comunque è uno stato d animo solo passeggero, spero, e che si rifà sui momenti belli e felici trascorsi tutti insieme. Anche tutto il personale in servizio che da anni come una famiglia aggiunge oltre al servizio un sorriso o una battutina, sono rammaricati di questo stop e tutti insieme aspettiamo con ansia venerdì notte a mezzanotte x tornare a fare e essere quelli che siamo. Anche alle donne delle pulizie gli manca il sudiciume che come dopo un evento sportivo devasta il ...locale: faccio un giro e vedo sui tavoli e sulle poltrone o sui muri segni o quant’altro che testimoniano come tante firme un’opera d’arte unica a ricordo del compleanno, la festa, l’addio al celibato, la vittoria della squadra del cuore, o il semplice aperitivo. Il tavolo e la poltrona dove la stessa persona alla stessa ora vedi tutti i santi giorni, là seduta con l’amico o il collega col giornale o il cellulare in mano a fare chissacchè, anche niente ma l’importante è esserci.
    Oggi solo nel prendere i giornali e bere un caffè, tutti con una stretta di man,o un sorriso una nota di disappunto o una botta sulla spalla, come per augurarmi buone ferie, mi hanno fatto notare che oggi è meno 5 alla riapertura, che tutti aspettano con ansia. Anche i giornali, le lettere e i commenti su internet, sottolineano una linea troppo dura: da tutto ciò mi auguro che pure cercando di non sbagliare più, anche il pubblico e gli avventori di Pieve si diano una regolata (logicamente solo coloro che sanno di avere oltrepassato il limite). Con questo vi saluto, a presto, arrivederci al Tiziano.

    Stefano Pompanin

  9. #19
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SuperAnima Visualizza Messaggio
    La causa della temporanea chiusura è stato appurato e dichiarato dal consigliere esterno Granzotto non è stata decisa per la zuffa all'esterno del locale ma per i ripetuti “sforamenti” da parte del gestore.Mi sembrava di averlo scritto e spiegato chiaramente le motivazioni ( ti pregherei di rileggerti il mio post).E' chiaro che non condivido la scelta dell'Amministrazione,e anche questo mi sembra averlo spiegato.Con chi se non con chi ha preso questa iniqua decisione devo indirizzare le mie critiche e lamentele? Forse col parroco di Pieve o col il postino?
    Io non ho una soluzione anchè perchè nessuno di noi ha le conoscenze esatte di cosa viene contestato al gestore.Non mi permetterei mai di suggerire soluzioni dall'esterno!Contesto solo ed esclusivamente il metodo adottato.Chiaro? Per me ci sono altre strade da percorrere non solo quella dei divieti. Questa è una mi idea.Per quanto riguarda il fatto che tu sia libero di guidare ubriaco,schiantarti su per un muro,questi sono affari tuoi.
    Sono affari miei invece se tu investi da ubriaco me o un mio famigliare. E in pianura “questo fenomeno “è all'ordine del giorno o meglio della notte.
    Il Tiziano aperto alla sera era ed è un'opportunità perche i ragazzi non scendano a valle a sballarsi e a rischiare la pelle.Poi è tante altre cose.


    Veramente io ho letto, non ricordo bene dove ma che Granzotto ha chiuso il locale per via della rissa, poi ti faccio notare che anche da queste parti, basta leggere gli articoli sui giornali, vengono ritirate un sacco di patenti, quindi il tuo discorso è alquanto relativo poi sono daccordo con te che il Tiziano o Stefano non ne abbia colpa, però c'è anche da dire che tutti questi 15enni di cui si parla che sono ubriachi persi, da qualche parte troveranno da bere o no??? forse se lo portano da casa, comunque con il tuo contestare il provvedimento, che sia chiaro contesto anche io, però ritengo che tu abbia fatto la solita retorica inutile senza dare una tua versione ma semplicemente attaccando chi ha preso questo provvedimento, sopratutto non hai detto nulla su chi si occupa di tutti questi minorenni ubriachi e cioè i loro genitori.....allora io dico, dove sono??? non se ne accorgono oppure fanno finta o concedono tutto???? da qui bisogna iniziare secondo me, poi si può criticare ciò che non si condivide.

  10. #20
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da heimat Visualizza Messaggio
    vi ho letto attentamente e ora, se permettete esprimo il mio pensiero.....
    Il locale ufficialmente si chiude per "lo sforamento" (degli orari presumo?). Beh se c'è una norma che lo permette, non vedo dove sia l'ingiustizia..... Si potevano adottare altri metodi? Certo, ma mi pare e correggetemi se sbaglio, che si stia a parlare di cose già altre volte discusse (insomma non è la prima volta), quindi la recidività nel compiere un'atto di solito è un'aggravante per chi deve decidere!
    Il caffè tiziano compie un servizio alla comunità, fa sì che i giovani stiano in cadore ect ect ect? Sì certo ma non ne facciamo un associazione benefica per carità; il proprietario, come è giusto che sia fa i suoi interessi probabilmente li fa bene perchè li fa combaciare con le richieste del territorio (famosa domanda/offerta) e tutto finisce qua.....per l'amor di dio!
    Che la colpa è del gestore quando due pirlotti si picchiano oppure vomitano o altro fuori dal suo locale? No ci mancherebbe, ma lui è "colpevole" per esempio di somministrare alcoolici a minori di 18 anni (legge dello stato fino a prova contraria); qualcuno qui nel forum (non mi ricordo il nome sorry), racconta di esperienze personali di 15 enni che si ubriacano ect....
    Soluzioni? Qualcuno ha tirato in ballo la pianura.... Ebbene siccome da là vengo è vero che sono problemi triti e ritriti che puntualmente si ripropongono sopratutto in quei locali che non sono "nè carne nè pesce" cioè nè disco nè solo bar.....siccome questi locali ahimè prendono il meglio ma anche il peggio delle due tipolgie suddette, molti gestori (secondo me furbi) hanno risolto usando per la sicurezza i sistemi delle discoteche sia per gli ingressi sia per il servizio d'ordine esterno..... In questo modo selezioni le gli ingressi (i 15enni stanno fuori o bevono la cocacola dentro il locale) e se qualcuno fuori (la piazza di pieve non è poi chissà cosa) combina casini lo inviti a smettere oppure avverti le forze di polizia.... Boh mi par banale! Certo bisogna pagare qualche persona in più, ma forse l'investimento vale la chiusura del locale.....

    perfettamente daccordo......

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy