Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26

Discussione: Commenti agli articoli Corsari Cadorini

  1. #1
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Arrow Commenti agli articoli Corsari Cadorini

    Questo topic raccoglierà i commenti agli articoli di Massimiliano Garavini (nickname sul forum: Peeflow)
    nella rubrica settimanale Corsari Cadorini pubblicata ogni Lunedì sul portale di NuovoCadore.

    Uno spazio aperto a tutti per interagire con l'autore e con gli altri utenti.

  2. #2
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Talking Alla fine non rimase neanche il gatto

    "Il rischio è di finire come i panda nella riserva".
    Mi sembra una considerazione ottimistica. In una recente intervista il sindaco di Vodo ha dichiarato che se le cose continueranno così, in paese ci resterà solo lui e il gatto. Non posso giurare sul sindaco, ma ho qualche dubbio sul gatto... Eppure il Cadore è pieno di risorse turistiche, come per esempio le famose immersioni psico-fisiche nel Mondeval, che fanno rigirare dal ridere nella tomba anche l'omonimo uomo. Ah beh, c'è anche la nota associazione gastronomico-culturale Dolomiti-Unesco, che tanti turisti ha attirato in Cadore, o forse solo qualche cadreghista. Infine ci sono le province - e, alleluja, quella di Belluno è stata salvata - che per ottenere più fondi tengono in ostaggio i bambini, minacciando di privare le scuole del riscaldamento. Sarò manicheo, ma da qualche tempo divido gli italiani in due categorie: quelli che lavorano e portano soldi allo Stato (o ai quali comunque lo Stato i soldi glie li prende) e quelli che invece prendono soltanto i soldi dallo Stato, e cioè dai primi. Con la pressione fiscale al 55% (ma secondo befera anche al 70%) ho l'impressione che i primi siano ormai una minoranza che mantiene tutti gli altri (politici, burocrati, parassiti vari). Montanelli diceva che l'Impero Romano crollò quando quelli che lavoravano diventarono una minoranza che manteneva tutti gli altri. Mi sembra che il limite sia già stato superato e comunque, bisogna per forza mantenere anche la Provincia, che ha competenze su quattro strade e due scuole? Complimenti però all'Autore dell'articolo, che chiede di "intercettare il bisogno di cambiamento e profondo rinnovamento" e di "ripensare il modello di sviluppo del territorio". Ma che ne penseranno i nostri amici eckologisti, quelli che vanno solo in treno (che inquina solo un pò meno dell'auto, ma pur sempre inquina) e in bicicletta? O magari invece ho capito male io, e il rinnovamento vuol dire dedicarsi ad attività agro-silvo-pastorali al suono delle cornamuse, nutrendosi di zuppa di muschi e licheni? Come direbbe quel noto regista veneziano: "ai posteriori l'ardua sentenza". Buonanotte a tutti.

  3. #3
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da egon Visualizza Messaggio
    "Il rischio è di finire come i panda nella riserva".
    Mi sembra una considerazione ottimistica. In una recente intervista il sindaco di Vodo ha dichiarato che se le cose continueranno così, in paese ci resterà solo lui e il gatto. Non posso giurare sul sindaco, ma ho qualche dubbio sul gatto... Eppure il Cadore è pieno di risorse turistiche, come per esempio le famose immersioni psico-fisiche nel Mondeval, che fanno rigirare dal ridere nella tomba anche l'omonimo uomo. Ah beh, c'è anche la nota associazione gastronomico-culturale Dolomiti-Unesco, che tanti turisti ha attirato in Cadore, o forse solo qualche cadreghista. Infine ci sono le province - e, alleluja, quella di Belluno è stata salvata - che per ottenere più fondi tengono in ostaggio i bambini, minacciando di privare le scuole del riscaldamento. Sarò manicheo, ma da qualche tempo divido gli italiani in due categorie: quelli che lavorano e portano soldi allo Stato (o ai quali comunque lo Stato i soldi glie li prende) e quelli che invece prendono soltanto i soldi dallo Stato, e cioè dai primi. Con la pressione fiscale al 55% (ma secondo befera anche al 70%) ho l'impressione che i primi siano ormai una minoranza che mantiene tutti gli altri (politici, burocrati, parassiti vari). Montanelli diceva che l'Impero Romano crollò quando quelli che lavoravano diventarono una minoranza che manteneva tutti gli altri. Mi sembra che il limite sia già stato superato e comunque, bisogna per forza mantenere anche la Provincia, che ha competenze su quattro strade e due scuole? Complimenti però all'Autore dell'articolo, che chiede di "intercettare il bisogno di cambiamento e profondo rinnovamento" e di "ripensare il modello di sviluppo del territorio". Ma che ne penseranno i nostri amici eckologisti, quelli che vanno solo in treno (che inquina solo un pò meno dell'auto, ma pur sempre inquina) e in bicicletta? O magari invece ho capito male io, e il rinnovamento vuol dire dedicarsi ad attività agro-silvo-pastorali al suono delle cornamuse, nutrendosi di zuppa di muschi e licheni? Come direbbe quel noto regista veneziano: "ai posteriori l'ardua sentenza". Buonanotte a tutti.
    Semplicemente stupendo......

  4. #4
    Junior Member L'avatar di Peeflow
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Domegge Cadore & Ravenna
    Messaggi
    15

    Predefinito

    Siete bravissimi!Lunedì però leggete e commentate il secondo corsivo, "IL PAESE DEI CAMPANELLI"....Parla di case di zucchero e pan di spagna e di alberghi costruiti col marzapane e i soldi di.....

  5. #5
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Peeflow Visualizza Messaggio
    Siete bravissimi!Lunedì però leggete e commentate il secondo corsivo, "IL PAESE DEI CAMPANELLI"....Parla di case di zucchero e pan di spagna e di alberghi costruiti col marzapane e i soldi di.....
    Devo ancora leggere il primo, comunque è la realtà dei fatti, poi si può pure discutere di ciò che è successo dove quando e perchè, di case di marzapane ecc.... ma se si guarda troppo il resto non si farà mai nulla, tranne in T.A. dove loro fanno......

  6. #6
    Junior Member L'avatar di Peeflow
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Domegge Cadore & Ravenna
    Messaggi
    15

    Predefinito

    La rubrica inizia ad interessare e questo mi basta.Per un giornalista stimolare la riflessione e il confronto è molto più importante che cercare il consenso

  7. #7
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Peeflow Visualizza Messaggio
    La rubrica inizia ad interessare e questo mi basta.Per un giornalista stimolare la riflessione e il confronto è molto più importante che cercare il consenso
    Ho letto l'articolo, nulla da dire sul contenuto, ma sinceramente non ho ancora capito lo scopo o l'utilità di questo "corsari cadorini", nulla che non abbia già letto su giornali vari, nessuna news sull'argomento ma una semplice riflessione con paragani fiabeschi. Quindi????

  8. #8
    Junior Member L'avatar di Peeflow
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Domegge Cadore & Ravenna
    Messaggi
    15

    Predefinito

    Un corsivo non fa e non potrebbe fare informazione.Gramellini sulla "Stampa", o Stella sul "Corriere" scrivono i corsivi per stimolare la riflessione e la conversazione.A volte l'indignazione è nascosta, "addormentata".Il fiabesco in questo caso è una metafora, visto che ho sentito in giro di persone che "non credevano, "non sapevano, "Non vedevano".Come se vivessero nel paese dei campanelli appunto.Il bello di un corsivo è di essere graffiante e irriverente.Il bello di essere lettori è che si può persino scegliere di non leggere quel che non si apprezza....

  9. #9
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    Il paese dei campanelli ovvero il paese in cui le leggi fondamentali della fisica non sono applicabili...
    Eh si cari signori, se quei secchioni gli Isacco Newton e Asimov (due Isacchi erano), fossero nati nel nostro paese, alias dei campanelli, alias di marzapane e dolciumi vari, non se li sarebbe filati nessuno.
    Allora avremmo forse e dico forse, solo due delle tre leggi della dinamica.....
    L'ultima, forse proprio perchè la più intuibile, in un paese come il nostro non avrebbe certo potuto trovare spazio. Se non ricordo male l'enunciato diceva pressapoco così:
    se su un corpo agisce una forza, allora esiste un altro corpo su cui agisce una forza uguale e contraria. Il famoso principio di azione-reazione. Detto barbaramente e me ne scuso.
    Vi risulta? Ecco questo è quanto.
    Il nostro è l'unico paese (almeno fra i cosidetti occidentali e "civili") dove questo principio non esiste, non si applica e non è applicabile. Esempi? Azione: una regione provoca un buco di svariati miliardi di euro, i suoi assessori e il governatore vengono inquisiti per collusione, connivenza con la mafia ect ect ect. Reazione: - - - -
    Azione: il cassiere di un partito usa i soldi pubblici per case, auto, magna magna personali. Reazione: - - -
    Azione:La banca europea elargisce alle banche italiani diversi svariati miliardiper ovviare al pericolo di default e le banche se li intasca senza far transitareun centesimo, tramite apertura al credito, a chi veramente ne ha bisogno (imprese, cittadini, famiglie). Reazione:- - -
    Ora se il terzo principio della dinamica non è applicabile per determinate istituzioni, figure politiche, uomini di potere, mi chiedo perchè nel paese dei campanelli dovrebbe essere ad uso esclusivo solo del "popolino". Perchè qualcuno dovrebbe prendersi il disturbo e la fatica per denunciare, indagare, smarcherare, persone e comportamenti che palesemente sono sospetti, quando lo stato in primis non se ne occupa tappandosi e per bene naso e occhi???
    Saluto Heimat dei campanelli

  10. #10
    Junior Member L'avatar di Peeflow
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Domegge Cadore & Ravenna
    Messaggi
    15

    Predefinito La patria....

    Die Heimat di Edgar reitz è uno dei miei film preferiti.
    Parla di appartenenza, di valori condivisi di un popolo e di speranze e fermenti fatalmente disillusi.
    Concordo con la tua analisi, ma credo, nonostante tutto, che siano la partecipazione e i valori condivisi a fare la differenza.
    Il territorio cadorini da quel che vedo possiede abbondanza di entrambi, forse va solo stimolato il bisogno positivo di "fare" territorio.
    E' solo una opinione la mia ovviamentew

    Citazione Originariamente Scritto da heimat Visualizza Messaggio
    Il paese dei campanelli ovvero il paese in cui le leggi fondamentali della fisica non sono applicabili...
    Eh si cari signori, se quei secchioni gli Isacco Newton e Asimov (due Isacchi erano), fossero nati nel nostro paese, alias dei campanelli, alias di marzapane e dolciumi vari, non se li sarebbe filati nessuno.
    Allora avremmo forse e dico forse, solo due delle tre leggi della dinamica.....
    L'ultima, forse proprio perchè la più intuibile, in un paese come il nostro non avrebbe certo potuto trovare spazio. Se non ricordo male l'enunciato diceva pressapoco così:
    se su un corpo agisce una forza, allora esiste un altro corpo su cui agisce una forza uguale e contraria. Il famoso principio di azione-reazione. Detto barbaramente e me ne scuso.
    Vi risulta? Ecco questo è quanto.
    Il nostro è l'unico paese (almeno fra i cosidetti occidentali e "civili") dove questo principio non esiste, non si applica e non è applicabile. Esempi? Azione: una regione provoca un buco di svariati miliardi di euro, i suoi assessori e il governatore vengono inquisiti per collusione, connivenza con la mafia ect ect ect. Reazione: - - - -
    Azione: il cassiere di un partito usa i soldi pubblici per case, auto, magna magna personali. Reazione: - - -
    Azione:La banca europea elargisce alle banche italiani diversi svariati miliardiper ovviare al pericolo di default e le banche se li intasca senza far transitareun centesimo, tramite apertura al credito, a chi veramente ne ha bisogno (imprese, cittadini, famiglie). Reazione:- - -
    Ora se il terzo principio della dinamica non è applicabile per determinate istituzioni, figure politiche, uomini di potere, mi chiedo perchè nel paese dei campanelli dovrebbe essere ad uso esclusivo solo del "popolino". Perchè qualcuno dovrebbe prendersi il disturbo e la fatica per denunciare, indagare, smarcherare, persone e comportamenti che palesemente sono sospetti, quando lo stato in primis non se ne occupa tappandosi e per bene naso e occhi???
    Saluto Heimat dei campanelli

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy