Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Franceschi: 'Falcio l'erba ma non chiamatemi eroe'. Tranquillo, neanche sotto tortura

  1. #1
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    5

    Exclamation Franceschi: 'Falcio l'erba ma non chiamatemi eroe'. Tranquillo, neanche sotto tortura

    Dopo la prova di alto giornalismo dataci dal Corriere del Veneto, ci prova anche il Corriere delle Alpi in una delle sue più vibranti pagine relative alla cronaca cadorina che si ricordino:

    Franceschi: “Falcio l’erba ma non chiamatemi eroe”

    «Non sono un eroe, semplicemente un volontario» quasi s’innervosisce Andrea Franceschi, con i giornalisti, mentre deve fermare il decespugliatore per rispondere al cellulare [...]
    Che dire?

    Tranquillo, non lo farò, neanche sotto tortura!

    O, detto con l’eleganza che si conviene in queste circostanze:

    Manco pel cazzo!

    Queste sono misere pagliacciate con le quali si sputa addosso a chi fa vero volontariato. Perché chi fa Volontariato non lo fa per cercare enfasi mediatica, che in questo caso non si è solamente “cercata”, qui si è proprio architettata alla bisogna, costruita in laboratorio. Basti pensare al codazzo di giornalisti e videoservizi vari che non si organizzano certo in redazione.

    Ad ogni buon conto i “servizietti” sono online ed ognuno può valutare se e quanto Franceschi e De Carlo si siano coperti di ridicolo con questa buffa messinscena (detta anche buffonata). E per quanto riguarda gli “eroi”, ritengo utile richiamare quanto disse Bertolt Brecht …

    “Beato quel popolo che non ha bisogno di eroi”

    -------------------------------- da www.lozzodicadore.eu/blog/

    io sottoscrivo tutto e aggiungo: "ma vergogneve!"

  2. #2
    Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    87

    Predefinito

    Il sindaco di Calalzo è uno che sa vendere bene la sua merce... e si sa che lo scopo può essere uno solo, cioè fare cariera politica. Alle passate elezioni non lo hanno nemmeno preso in considerazione, ma sembra che non abbia rinunciato all'idea...

    A me piacerebbe sapere cosa ne pensano i cittadini di Calalzo delle sue capacità di amministratore, al di là di tutto ciò che si autoincensa lui o che scrivono i giornalisti che si fiondano ad ogni sua sparata... De Carlo ci è o ci fa? C'è dell'arrosto oltre al fumo?

    P.S. A quanto sembra c'è di mezzo anche il lancio del "libro" di Franceschi... bah, che avrà di interessante da scrivere?
    Ultima modifica di adf; 04-07-2013 alle 01:12 PM

  3. #3

    Predefinito

    Prima di tutto non trovo bello esprimersi con volgarità,mi riferisco ad Osservatore. In secondo luogo anche se i quotidiani ci sguazzano con queste notizie che di sicuro aiutano a vendere i giornali mi piace l'dea di fare volontariato in questa maniera.Sono ampezzana e non per questo difendo Andrea . I'idea del sindaco di Calalzo mi è piaciuta molto, ha un paese pulito e ordinato al contraria di Domegge dove vivo che versa in un degrado impressionante per cui evviva Da Carlo e Franceschi

  4. #4
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    ho letto la notizia sul gazzettino dove veniva descritta l'uscita del sindaco ampezzano (non cito perchè sprovvisto del giornale ma pressapoco) "seguito a vista dal fotografo...". Citando invece @Toscani Cristin esprimo il mio parere: ".... NON mi piace l'dea di fare volontariato in questa maniera".

  5. #5
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    Ancora guai per il clan franceschi...piove sempre sul bagnato

    Cortina, nei guai anche il papà
    del sindaco Franceschi: abusi edilizi
    Il padre del primo cittadino, sott'accusa per diversi reati,
    accusato assieme alla zia per un fienile trasformato in alloggi


    di Lauredana Marsiglia
    CORTINA - Gran lavoro per la Procura in casa Franceschi. Dopo l’esilio del sindaco Andrea, accusato di abuso d’ufficio, turbativa d’asta e violenza privata, la magistratura ha chiuso l’indagine che riguarda il padre del sindaco e la zia, Ernesto e Maria Luisa Franceschi, di 69 e 71 anni. L’accusa è di abuso edilizio relativamente alla ristrutturazione di un vecchio fienile in località Mortisa trasformato in cinque appartamenti più garage. Il lavori sarebbero stati fatti in difformità dalla concessione e senza autorizzazione ambientale. Nell’inchiesta sono finiti anche, Robert Karguber, 51 anni, di Monguelfo, legale rappresentante della ditta esecutrice dei lavori, la Karbruber Stol Gmbh, e Mauro Valleferro, 52 anni, di Cortina, direttore dei lavori, entrambi accusati di concorso in abuso edilizio.

    L’accusa più pesante, però, è a carico della dirigente del settore edilizia Manuela Zaetta, 37 anni, di Sospirolo, chiamata a rispondere di abuso d’ufficio per non aver inviato la pratica edilizia alla Soprintendenza. L’area, infatti, è sottoposta a vincolo ambientale e come tale ne richiedeva il parere, vincolante. Secondo l’accusa, la pratica dei Franceschi fu l’unica, nel 2012, a non essere inviata alla Soprintendenza, tutte le altre sei vi giunsero regolarmente e tutte ricevettero parere contrario. Così come parere contrario, secondo la Soprintendenza sentita nell’ambito delle indagini, sarebbe stata data a quella dei Franceschi.

    La vicenda si presta a pensar male, ipotizzando un possibile ordine dall’alto, ma non ci sono prove per dirlo, visto che, in questa tranche di inchiesta, che prende le mosse dal filone principale che ha travolto il sindaco, alcuni assessori e dirigenti, tra cui la stessa Zaetta, il sindaco non trova alcun ruolo.

    A rafforzare l’idea investigativa di un possibile allineamento da parte della Zaetta con le necessità di casa Franceschi, il fatto che la stessa, il 21 gennaio 2011, prese il posto della dirigente Paola Francesca Lezuo che, dopo 27 anni ai vertici dell’ufficio, venne rimossa da Franceschi, piantando subito una causa.

    Ma queste sono solo congetture, sulle quale la Procura, attraverso la Guardia di Finanza di Belluno, non ha certo lesinato di indagare, senza tuttavia trovare agganci penali contro il primo cittadino.

    La Zaetta, da parte sua, avrebbe giustificato il mancato invio del permesso a costruire in sanatoria, sostenendo che quel tipo di classificazione dell’area non richiedeva il passaggio in Soprintendenza.

    L’abuso sarebbe consistito nell’abbattimento completo della parte rurale del vecchio edificio e la sua ricostruzione. A questo abuso si aggiunge poi la violazione ambientale. Ora la palla passa al giudice per le indagini preliminari.
    http://www.ilgazzettino.it/nordest/b...e/325452.shtml

  6. #6
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    per la rubrica "piove sempre sul bagnato"

    Nuova inchiesta sul sindaco Franceschi per l'assunzione del suo portavoce

    Perquisizioni nel Comune della conca ampezzana e a casa di Tommaso Visentini a Verona

    Nuova inchiesta della magistratura sul sindaco di Cortina Andrea Franceschi: stavolta nel mirino sarebbe finito il concorso per assumere il suo portavoce, Tommaso Visentini, e l'accusa sarebbe di abuso d'ufficio. Da stamattina sono in corso perquisizioni in Comune e nell'abitazione del portavoce a Verona. Nell'inchiesta ci sarebbero anche tre commissari esaminatori.

    fonte: http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/B...e/344305.shtml

    mah.....

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy