Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Ferrovia e Orario Cadenzato

  1. #1
    Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    10

    Question Ferrovia e Orario Cadenzato

    Riporto un messaggio lasciatoci da un utente sulla pagina facebook di Nuovo Cadore, a voi l'onere di risponderle....

    "Buonasera, secondo voi possiamo ancora sperare che potremo rivedere treni diretti da/per Venezia e Padova? Con il nuovo orario cadenzato non ci sono più, e con tutti questi cambi si sono già creati molti problemi, e adesso che arrivano le vacanze e potrebbe esserci un viavai maggiore verosimilmente se ne creeranno ancora di più"

  2. #2

    Predefinito

    Vuoi la verità? , eccola qui, presa da un altro forum

    EDIT: a proposito, un'altra cosa che mi precisò la Giaconia (Trenitalia Direttore trasporto passeggeri regionale veneto e FVG) è che Trenitalia è pagata secondo catalogo, i biglietti li incassa lei ma vanno in conto alla Regione. Ovvero se i treni fanno cagare e non li prende nessuno Trenitalia è pagata uguale; se i treni ci sono ma non vengono pubblicizzati Trenitalia è pagata uguale; etc etc.

    Ergo se il servizio va male la Regione è l'unica a rimetterci, mentre Trenitalia non ci rimette mai; eppure la Regione continua a delegare tutti gli aspetti gestionali a Trenitalia - potete ben capire quest'ultima che interesse abbia a sbattersi per migliorare le cose...

    Sistema malato dall'inizio alla fine. Il controllato che pianifica ed incassa per conto del controllore.
    Non solo non ci saranno più treni diretti, ma l'allungamento dei tempo di percorrenza - +20' da Calalzo per Padova e + 40' per Venezia , con TRE cambi, darà il colpo di grazia alla frequentazione e permetterà di chiudere la linea "perché sottoutilizzata". :-(

  3. #3
    Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Da Venezia ci arriva questa lettera

    "D’intesa con l’autore Francesco Brugin, Vi giro in allegato un contributo / pensiero sull’eliminazione dei treni diretti da Venezia verso il Cadore. Con un cordiale saluto. Renzo Zangrando

    E’ entrato in vigore il nuovo orario ferroviario, già da questa estate se ne era a conoscenza; ancora però non era ben chiaro a tutti quanti e quali fossero i tagli e si sperava sempre ad un ripensamento.
    Le linee Venezia - Calalzo, e Padova – Calalzo risultano particolarmente penalizzate; sono linee attive da molti anni e particolarmente amate dai veneziani. Come si sa molti abitanti di Venezia, soprattutto anziani, non possiedono l’auto, vista la caratteristica della loro città.
    Il Cadore è “la montagna” dei veneziani, che vi si recano per trascorrere periodi anche lunghi di vacanza, ma amano recarvisi anche per le gite “fuori porta” di una giornata.
    Non è mistero che il turismo risente della crisi, e decurtare un servizio che potrebbe permettere una notevole frequenza di ospiti è sicuramente una scelta poco oculata.
    Il fatto poi della soppressione di treni diretti crea non pochi disagi, in particolar modo a chi si sposta con bagagli e/o biciclette al seguito (anche questo servizio, a quanto pare, è stato eliminato). Sicuramente il danno maggiore lo subiscono però i pendolari, quali studenti e lavoratori che quotidianamente si servono del treno per i loro spostamenti.
    Per esempio l’avere eliminato il treno Calalzo – Venezia delle ore 20.36 è sicuramente una grave realtà, soprattutto per chi lavora in strutture il cui orario si prolunga oltre le 19.00, o anche per chi vuole trascorrere in Cadore un week-end o un’intera giornata di relax, volendo rimanere il più a lungo possibile tra i monti.
    Qualsiasi utente, anche casuale, si è lamentato e si lamenta di quello che sta diventando un disservizio, e che causerà sicuramente gravi danni al turismo già in ginocchio, e di conseguenza all’economia pubblica e privata.
    Si auspica, come del resto i vari comuni, enti, associazioni, e privati, che vengano riviste le decisioni prese, e considerate le varie esigenze, pur nella consapevolezza che per una più adeguata economia si debbano razionalizzare orari e corse."

    Francesco Brugin

    Mestre, 19/12/2013
    Ultima modifica di MartaDZ; 21-12-2013 alle 11:21 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy