Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17

Discussione: Monte Rite "überalles"

  1. #11
    Senior Member L'avatar di Armin Calligaro
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Vallesella
    Messaggi
    363

    Predefinito

    Non tollero simili commenti su fatti che non conoscete.
    L'inquinamento è molto in profondità coperto da strati e strati di limo.
    I sondaggi vengono fatti da biologi esperti che lavorano su tutto il territorio italiano,non vengono fatti da barboni o da gente che lo fa come hobby.
    Non sono io che dico che i rilievi dell'acqua sono ok,ti assicuro che la pesca non sarebbe permessa se l'acqua fosse inquinata!
    C'è differenza fra acqua SPORCA e acqua INQUINATA.
    Tienilo a mente!

  2. #12
    Junior Member L'avatar di Vallo Alpino
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Phathina (Ad Vadum) - X Regio Italica
    Messaggi
    17

    Predefinito

    Scusate se riporto la discussione sul tema del titolo, sicuramente la questione del lago è un tema ben piu importante che non Monte Rite e Messner. La medesima diventerebbe introvabile da altri utenti che vorrebbero parteciparvi.
    Mi trovo d'accordo che Messner abbia dato quello "spiraglio di luce".
    Premetto che ho "qualche conoscenza" e passione sulle fortificazioni, le musealizzazioni di Messner non mi vanno troppo a genio. Castel Juvale è casa sua, ha parzialmente restaurato il castello dalla rovina che lo minacciava, perciò se lo ha trasformato in museo autobiografico, posso anche passarci sopra.
    Il secondo "suo" museo è Castel Firmiano presso Bolzano. Un castello che conosco ed ho visitato ancora quando ero alto un metro. Il recupero odierno ha parzialmente stravolto la romanticità che lo rappresentava. Strutturalmente, il maniero come tale, non ha ricevuto un restauro significativo, ma è stato "recuperato ed adattato" per creare il percorso museale voluto, allogeno al contesto trovato. Perciò, il turista che vuole visitare un castello, visiterà una rovina dedicata alla cultura himalayana e non solo.
    Tutto rispetto a tale cultura religiosa, che ammiro più che non quella "nostrana", ma certe scenografie e cimeli, si adatterebbero meglio in un parco naturale montano.
    Salire ai 2000 mt di Monte Rite e trovare arte astratta, beh, mi pare molto fuoriluogo. Una certa arte, non comprensibile ai piu, sta bene in un bel palazzo vetrato in centro citta o paese. Se quello era un forte della Grande Guerra, al posto della "cupola vetrata" alla sommità, avrei riprodotto la cannoniera a cupola originaria, con la dinamica originale, che tanto piace al turismo nord europeo che visita i fortilizi restaurati integralmente. La collina di Castel Firmiano ha subito oltre 2000 anni di storia e costruzioni, ma si è voluto proporre solo ciò che sembra popolare, trascurando il periodo retico e romano, ma sopratutto ignorando la fortificazione ivi realizzata nel '900. Di questa, neanche la citazione.

  3. #13
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    notizia di questi giorni...

    MESSNER STUDIA IL SESTO MUSEO DELLA MONTAGNA, MONTE RITE DIVERREBBE UNA DEPANDANCE

    Reinhold Messner sogna il suo sesto museo della montagna. Il ‘re degli ottomila’ per il momento non svela i dettagli ma qualche anticipazione: dovrebbe essere collocato tra la val Pusteria e la val Badia e non un vecchio castello ma ”una nuova struttura, costruita completamente sottoterra per non disturbare il paesaggio”. Il progetto sarebbe di una famosa archistar. Il nuovo museo diventerebbe cosi’ la sede centrale e Monte Rite, dove ci sono problemi di umidita’ una sorta di dependance”, ha spiegato Messner.

  4. #14
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    http://corrierealpi.gelocal.it/crona...sner-1.5920713

    Chi si aspettava di fare turismo con questo tipo di iniziative credo debba cambiare idea....

  5. #15
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    beh dai bosk, non sarei così categorico....la flessione credo sia stata generale...Mi sembra che l'articolo metta "le mani avanti" su di un possibile scenario (qualora anche la prossima stagione fosse negativa). Una volta tanto si fa un'analisi "prima che i buoi escano dalla stalla", ed è già un passo in avanti per chi di solito si accorge delle tragedie a "cose fatte". Adesso tocca a chi gestisce il tutto prendere in mano le redini della situazione ed agire: un bravo imprenditore si vede in queste occasioni!
    La sensazione durante l'ultima mia visita al Rite (estate 2011) era di una pericolosa immobilità generale: nessuna novità, strutture lasciate un pò a loro stesse, segni già evidenti di degrado (si lo so che mantenere un manufatto a 2000 e passa metri non è come mantenere una casa in paese ma tant'è..).
    Insomma secondo me i margini per recuperare ci sono; certo che se aspetti che ogni anno, ogni veneto/italiano che bazzica il cadore vada al Rite (solo per la legge dei numeri ci sono per fortuna migliaia di posti meravilgiosi), gli devi offrire qualcosa di nuovo. Il posto è fantastico, ma il museo, na volta visto è visto, il tragitto, na volta fatto è fatto, l'esperienza complessiva idem! Concetto valido per tutte le mete escursionistiche: questa ha un valore aggiunto e non di poco conto (il museo) ma a quanto pare anche questo non basta....

  6. #16
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Certo heimat, ma come dici te una volta visitato è visitato, ci sono andato ma non sono entrato perchè non rientra nei miei interessi, ma anche tanti altri non sono entrati, poi ci saranno anche tanti altri che entrano, però sembrava che grazie a questo museo sarebbe arrivata gente a flotte, cosa che non è stata, è anche vero come dici te che c'è una flessione generale, però detta da alcuni miei amici gestori di rifugi, rispetto anno scorso c'è stata molta più gente, forse per mio parere se cosi fosse mi sembra evidente che non c'è poi tutto questo interesse, ma ripeto è un mio parere.

  7. #17
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    Ognuno di noi ha i propri interessi e le proprie passioni.... Io personalmente anche se non proprio interessato ad un argomento, sopratutto se sto visitando posti lontani o non proprio raggiungibili in ciabatte, penso "chissà quando mi ricapita?!" e quindi una visita la faccio comunque.... Al rite c'è ben poco da vedere a parte...il rite. In Italia dove di cose da infilare dentro ai musei ne abbiamo anche da vendere, spesso ci risulta difficile far funzionare anche realtà uniche e assolutamente di prim'ordine, figuriamoci qunado invece il materiale è poco e c'è poco da dire: sul Rite se ne sono state appollaiate alcune compagnie di fanti prima e durante il primo conflitto, senza sparare un colpo e senza che nulla accadesse.... Gli unici botti gli hanno tirati per distruggere le postazioni subito dopo caporetto, quindi non è propriamente la nostra "waterloo". Nonostante ciò in altri paesi ho visto musei creati su molto meno e quindi secondo me torniamo al solito problema: la location unica, le meravilgie che ti circondano sono fondamentali ma oltre a questo ci vuole capacità imprenditoriale larghezza di vedute e l'intrapendenza di non "sedersi mai sugli allori"

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy