Pagina 1 di 8 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 74

Discussione: Centro Brico a Tai di Cadore

  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    246

    Cool Centro Brico a Tai di Cadore

    Mi giunge notizia che prossimamente in località Tai presso l'ex concessionaria Fiat aprirà un centro Brico.
    Mi dicono che alcuni commercianti,consci del danno che un tale Centro avrebbe portato alle loro già magre economie ,si siano opposti alla concessione da parte dell'amministrazione delle relative licenze e autorizzazioni.
    Mi viene sempre riferito che il nostro Sindaco non abbia tenuto in giusta considerazione tali proteste e che abbia palesemente sottovalutato le conseguenze disastrose che tale insediamento porterà ai commercianti locali.
    Ritengo che,anche se esistono delle leggi chiare per cui non si possa impedire a nessuno di aprire tali attività commerciali,l'Amministrazione dovrebbe impedire con tutti i mezzi possibili l'apertura di questi megastore.
    Qui di seguito elenco alcuni prodotti che potrebbero essere commercializzati in un Brico-Center:
    Illuminazione
    Sanitari
    Stufe di tutti i generi
    Legna da ardere
    Caminetti
    Giardinaggio
    Concimi,sementi ecc
    Cibo per animali
    e per ultimo tutto ciò che serve al bicolage!!
    Certamente ho dimenticato moltissimi altri articoli.
    Ma la tutela del nostro territorio non dovrebbe partire dalla tutela di che ci vive ?

  2. #2

    Predefinito

    Ci sono certamente delle normative o dei regolamenti comunali. Se non si va contro la legge o contro tali regolamenti....se a monte non ci sono ammanicamenti loschi...(vedi gli esempi di alcuni nostri amati politici...)non vedo dove sia il problema. Certo,se a gestire tale esercizio ci fosse gente del posto,tanto meglio.
    Ultima modifica di Gaudete Semper; 09-05-2010 alle 08:56 AM Motivo: Grammatica....

  3. #3
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Come scritto sulla pagina facebook:

    questa discussione sul nostro forum ha avuto 95 letture (ora siamo a 110) e UNA risposta: quando si dice "una grande partecipazione"


    NuovoCadore staff
    > matteogracis.it

  4. #4
    Junior Member
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    10

    Predefinito brico center

    mi e' stato segnalato ieri che il "nuovo cadore" avesse preso atto di tale problema,e questa cosa mi fa molto piacere...perche vuol dire che a qualcuno interessa l'economia del nostro paese...
    E' da piu' di 3 mesi che noi commercianti stiamo facendo il possibile per cercare di " bloccare " l'apertura di questo nuovo centro,ma purtroppo, come il sindaco ci ha risposto,:HA GIA' DECISO!!!!
    il motivo??? Non si puo lasciare un ambiente cosi grande vuoto,il proprietario ha tanti soldi di ICI da pagare...e cosi il comune a pensato bene di farsi dare una mano dall 'ASCOM per aiutarlo ( ASCOM : LA LORO POLITICA DICE IN TEORIA DI AIUTARE LE PICCOLE IMPRESE) pero' tutte le altre persone che per colpa purtoppo della crisi,sono stati costretti a chiudere e anche ora loro si trovano con una fabbrica,o fabbricato vuoto e devono pagere l'ICI oltre a tutte le altre tasse...??? si perche bisogna anche dire che siamo noi a pagare le tasse al COMUNE DI PIEVE,un Brico Center nn paga le tasse al comune,nn porta soldi al comune...anzi porta via lavoro a tutti...e sappiamo bene cosa vuol dire ora avere una concorrenza del genere,ma putroppo nessuno ci pensa...il Sindaco dice che secondo lei nn tocchera' affatto nessun esercizio... avrei qualcosa da dire...: vendono di tutto a basso prezzo perche mentre noi compriamo 5 pezzi loro ne prendono 10000 e noi come possiamo stare dietro a tale concorrenza?poi diciamo anche che all'interno troviamo di tutto,che e' gia' tutto presente nel nostro piccolo centro,dai sanitari (DA CORTE,TERMOIDRAULICA) la ferramenta (FERCOLOR,RAVARA)mangime e accessori x animali(ZOOLANDIA)elettricisti(GENOVA GIUSEPPE,GENOVA GIANPIERO)cornici e elementi decorativi(SPINA ALESSANDRO)casalinghi(ANTONIOL)scampoli,bottoni(FR ESCURA NADIA)tendaggi(FABRIS)gomme,olii,accessori auto(OLIVOTTO UGO)e tanti altri...
    Tutte queste attivita' riusciranno a resistere a tale concorrenza... la mia risposta e' NO!!!
    e poi chi nn ci dice che questo e' solo l'inizio???
    perche secondo me questo e' il primo pezzo di un grande puzzle,perche dal momento che si da una concessione cosi,alle future richieste,con che motivazione si dira' di no????
    Peche' mi sono dimenticare di dire anche un'altra cosa,molto importante...:Lo stabilimento ex Autopiave il cui proprietario e' il Sig. Viani,e' ancora per il momento,fabbricato ad uso ARTIGIANALE,cio' vuol dire che per aprire il Brico Center,deve avvenire il CAMBIO DI DESTINAZIONE,DAL PIANO REGOLATORE,DA ARTIGIANALE A COMMERCIALE,questo per mezzo del Consiglio Comunale che verra' fatto nei primi giorni del prossimo mese,ma che pero',come ribadisco,il sindaco ci ha risposto all'ultima riunione da noi convocata,(ho convocato sia la maggioranza,sia la minoranza,non per una questione politica,ma per avere uno scambio di opinioni tutti insieme,e questa cosa mi e' stata negata,perche secondo il sindaco,sarebbe stato come un consiglio comunale;quindi nell'ultima serata eravamo presenti tutti i commencianti,il Sindaco e il capo gruppo di maggioranza,il sig.Bianchi)che LEI HA GIA' DECISO,e si prende tutte le responsabilita' del caso,a costo di perdere i voti alle prossime elezioni... perdere i voti????
    NOI PERDIAMO LE NOSTRE ATTIVITA' E LEI SI PREOCCUPA DEI VOTI????
    Devo ringraziare il capogruppo di Minoranza LORENZET ALBERTO,che in tutta questa vicenda si e' battuto insieme a noi,aiutandoci..
    Noi abbiamo provato tutto quello che era possibile,dalle richieste di varie riunioni,all'incrontro con la Comunita' Montana Centro Cadore,al confronto con le opposizioni,con il Sindaco,con i "portavoce" dei commercianti,con l'Ascom..
    finora nulla di positivo...
    NESSUNO vuole capire la pericolosita' di tale decisione e le conseguenze disastrose che portera'...
    Pero' non possiamo aspettare con le mani in mano...
    chiunque voglia parlare o ha qualcosa da dire mi farebbe molto piacere che lo facesse...
    grazie!

  5. #5
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    10

    Predefinito

    e' si ragazzi questo e' un problema che prima o poi si sarebbe presentato comunque.. ovunque si guarda si possono trovare situazioni silmili in qualunque settore, vedi i famosi iper ecc.. qui dove vivo io per esempio il problema e' nato con l' apertura di una pompa di benzina IPERSELF che con i prezzi della benzina molto piu bassi hanno fatto chiudere tutte le altre pompe in giro per la citta.. il cosiglio che posso dare ai commercianti e' di far leva sul punto di forza dei piccoli negozi e cioe' il SERVIZIO! in un brico entri e devi sapere tu cosa comperare non c'e' nessuno che ti spiega come funziona un dato utensile o un commesso preparato che ti consiglia cosa e' meglio per te, in un bricotroviommessi assunti a contratto determinato e senza la minima esperienza nel settore e magari pure SCORTESI! non ptrete mai competere sui prezzi del brico ma sul servizio si e ci vorra' in po di tempo ma la gente alla fine capisce e se non lo capisce fateglielo capire VOI! perche' se le piccole attivita' chiudono tutte alla fine il brico rimasto l' unico fara' i prezzi che vuole magari piu' alti di prima e con un servizio al cliente veramente SCADENTE!! un ultima cosa non sperate di avere aiuto da politicanti o presunti tali di qualunque razza siano pensano solo ai propri interessi da sempre!! mio padre ha combattuto per anni per far focalizzare l' attenzione sul turismo perche' diceva (20 anni fa) se le fabbriche chiudono qua si muore di fame... (scusate lo sfogo) buona fortuna piccoli commercianti non vivo piu' in cadore ma sono con voi!!

  6. #6
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    scusate intervengo esprimendo la mia opinione nel vedere nell'arrivo di un supermercato della ferramenta una cosa positiva
    primo perchè crea concorrenza e non monopolio
    secondo per quel che vale dovrebbe creare alcuni posti di lavoro ...teoricamente
    non penso che i dipendenti partano dalla pianura tutti i giorni per lavorare in cadore
    bisognerebbe vedere la cosa in maniera positiva invece che magari ragionando in termini campanilistici o della cultura misogina "guardo solo il mio orticello di casa"
    se qualcuno non lo ricorda è proprio grazie a questo tipo di mentalità generale che ora il cadore si trova all'ultimo posto in tutto...

  7. #7
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    tutela del nostro territorio cari signori non significa detenere il monopolio dei prezzi di 2 o 3 ferramenta in cadore troppo comodo cosi....si hà tanta paura che arrivi un colosso di questo tipo come mai ? prezzi più bassi? bene ...si abbassino anche i prezzi dei negozi con delle promozioni e attrattive allettanti per i signori clienti ....non che ogniuno chieda i prezzi che più gli fan comodo con la scusa di essere un pugno di negozi......scusate.

  8. #8
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    per una volta che dopo anni e anni c'è un qualcosa che in qualche modo può portare lavoro lo si vede come un mostro terribile che ucciderà tutte le piccole attività ma allora siamo tutti "grulli" ? o cosa ?come dicono in toscana ?

  9. #9
    Junior Member
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    10

    Predefinito

    rispondo a giovanni con il dire che e' questo che la gente nn capisce... il fatto che noi nn possiamo metterci alla pari come prezzi di una catena cosi grande per il semplice fatto che noi prendiamo al massimo 10 pezzi metre loro ne prendono un minimo di 10000,quindi la risposta viene immediata...e' una concorrenza scorretta... ma capisco anche il pensiero delle persone che nn hanno un'attivita',perche' e' tanto bello vedere un magazzino cosi grande con tante cose a poco prezzo,si risparmia,ma chissa' come mai poi quando gli utensili iniziano a dar problemi,a nn funzionare o nn soddisfano il cliente,arriavano sempre da noi piccoli commercianti per ripararli...perche' a loro nn interessa garantire la qualita' come noi, ma interessano i numeri di vendita...
    questo purtroppo e' un dato di fatto...
    do ragione che danno lavoro alla gente del posto(10-15 persone),ma quello che pochi sanno e' che il contratto e' di 2 mesi,poi ci saranno 3 persone fisse e il resto ogni 3/6 mesi cambiera'... !????!!

  10. #10

    Predefinito

    quello che dice deborah é giusto. un ristorante puó non avere paura di mac donald perché puó offrire un servizio migliore, un prodotto esclusivo e una qualitá superiore. per le stesse ragioni una gelateria artigianale non ha paura della concorrenza algida. invece un trapano bosch é sempre un trapano bosch e in periodi di crisi e di carenza di lavoro la gente lo comppra dove costa meno, senza preoccuparsi del dopo. purtroppo la gente impiega un pó di tempo e deve prendere un paio di scottature prima di accorgersi che il prezzo non é tutto, in questo periodo di tempo, tanti piccoli negozi che in questi periodi (nei nostri paesi) stentano ad andare avanti , rischiano di chiudere definitivamente.
    Umberto

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy