Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 39 di 39

Discussione: Rassegna stampa NuovoCadore.it

  1. #31
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Ieri 17 febbraio 2011, sul sito Montagna.tv (il più importante sito italiano dedicato alla montagna) è stato pubblicato l'articolo "Dolomiti Unesco, il logo della discordia sarà modificato".

    A fine articolo, sotto la voce INFO, viene riportato il link ad un articolo di NuovoCadore.

  2. #32
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Oggi, 10 marzo 2011, l'account facebook ufficiale di Turismo Veneto riporta una notizia pubblicata su NuovoCadore.it


  3. #33
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Corriere delle Alpi 11 giugno 2011

    Media partner della mostra fotografica è il portale Nuovo Cadore.it a riprova del fatto che è possibile credere in una rinascita del territorio cadorino: giovani che collaborano ognuno con le proprie capacità ed interessi per far emergere il meglio ovunque esso si nasconda.

  4. #34
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Corriere delle Alpi 3 agosto 2011


  5. #35
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Gazzettino di Belluno 5 agosto 2011

    Segnaletica su come vivere la montagna
    Pannelli informativi di NuovoCadore.it in 10 rifugi sulle regole di comportamento

    Nuovi pannelli informativi per rifugi. È questa l'iniziativa nata dall’idea di alcuni utenti del forum di NuovoCadore.it e realizzata dal portale del Cadore. Il progetto, dunque, è diventato realtà. Si tratta di 10 cartelli, forniti gratuitamente ad altrettantirifugi del Cadore, nei quali vengono illustrate le regole, i consigli e le indicazioni su come comportarsi per rispettare ambiente, natura e montagna.
    «Dopo aver raccolto le testimonianze di diversi gestori di rifugi - siferiscono gli ideatori - si è cercato un modo efficace e propositivo per intervenire concretamente e si è passati alla selezione di un elenco di frasi d'impatto. Le parole chiave evidenziate sul pannello sono ambiente, acqua, rispetto, rifiuti, montagna, libertà, educazione».
    NuovoCadore.it con questa iniziativa, accoglie e promuove la strada della persuasione e della comunicazione per cercare di educare, spiegare e informare le persone locali e non che frequentano il nostro territorio attraverso un approccio diverso e costruttivo scevro di divieti e gabelli.
    «L'iniziativa - fanno sapere - è stata accolta con grande entusiasmo e gratitudine da tutti i gestori dei rifugi coinvolti. Tra questi ricordiamo i rifugi Antelao, Baion, Ciareido, Costapiana, Chiggiato, Padova, Cercenà ed Eremo dei Romiti e i pannelli sono già stati esposti sulle loro pareti esterne».
    Il progetto può essere adattato ed esteso a tutte le aree del territorio, tra cui zone da pic-nic, parco giochi o qualsiasi area verde e all'aperto.
    NuovoCadore.it ricorda che quest'anno è media partner delle più importanti rassegne e manifestazioni estive cadorine come Auronzo Attualità, Manifestazioni Perarolo Estate, Tai in festa, Lorenzago Aperta, Coppa Italia arrampicata speed, Pieve sotto le stelle. (D.C.)

  6. #36
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Arrow

    Corriere delle Alpi 4 novembre 2012

    La “lunga via” ha un sito tutto suo

    Semplice e intuitivo, ricco di foto e informazioni: un aiuto per fare concorrenza alla San Candido-Lienz

    PIEVE DI CADORE E' ora di mettere in luce quanto il Cadore può offrire dal punto di vista turistico, perché è la conoscenza il valore aggiunto del turismo moderno. Con questo obiettivo, Matteo Gracis ha deciso di dedicare un intero sito alla pista ciclabile “La lunga via delle Dolomiti” (www.ciclabiledolomiti.com) nella convinzione che rappresenti il classico fiore all’occhiello e che sia sufficiente farla conoscere bene per attirare un’infinità di turisti. «Ritengo che la ciclabile possa diventare un punto importante di attrazione turistica per tutti coloro che amano vivere la montagna in bicicletta e che sono in continua crescita. Ma, per godere della ciclabile, non occorre essere campioni di ciclismo. Il percorso si adatta perfettamente alle esigenze delle famiglie e potrebbe davvero far concorrenza alla San Candido-Lienz, che su questo piano fa indiscutibilmente scuola da tempo».

    Il sito è strutturato in maniera semplice ed intuitiva per permettere una facile consultazione. Contiene informazioni generali e la storia della ciclabile; varie pagine descrivono il percorso completo e dettagliato; poi vi si trovano un report breve e riassuntivo, un collegamento al forum, dove gli utenti possono scambiarsi consigli utili e segnalazioni; una pagina che si occupa del noleggio delle biciclette e alcune pagine extra che comprendono la ricettività (con una selezione di alberghi e ristoranti sul percorso e i rispettivi contatti) ed una breve guida generale sul territorio cadorino. «Tra le informazioni in evidenza», spiega Gracis, che ha ideato e cura anche il sito nuovocadore.it, dal cui progetto nasce il sito della ciclabile, «ci sono in particolare indicazioni utili su come raggiungere la ciclabile, le caratteristiche tecniche del percorso ed i grafici con dislivelli e distanze, per pianificare la propria gita. Ed il tutto è impreziosito dalle immagini del fotografo professionista Diego Gaspari Bandion».

    Il sito è inoltre integrato da una pagina Facebook ufficiale, che ha il compito di rilanciare la conoscenza della ciclabile ad un pubblico sempre più ampio, ma anche di creare dibattito e commenti. «Sul sito web ciclabiledolomiti.com», prosegue Gracis, «noi presentiamo il percorso come “la più bella pista ciclabile del mondo”. Un po' di campanilismo in fondo non guasta; ma, se poi guardiamo alla bellezza dei monti e del paesaggio che attraversiamo in bicicletta da Cortina a Calalzo, in fondo non crediamo di avere esagerato troppo. Il percorso è davvero molto bello».

    Il sito si propone di promuovere la ciclabile sul web anche a livello internazionale ed è quindi prevista una versione in inglese entro l’estate 2013. Aspira a essere «sempre aggiornato, interattivo e dinamico con aggiornamento quasi quotidiano della pagina Facebook associata (www.facebook.com/ciclabiledelledolomiti). Tra le varie iniziative, un concorso con in palio un soggiorno in Cadore-Ampezzo. «Abbiamo fatto tutto con le nostre forze», conclude Gracis, «ora andiamo online e speriamo di raccogliere il sostegno di enti pubblici ed amministrazioni locali per consentirci di crescere».

    Stefano Vietina

  7. #37
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Corriere delle Alpi 11 novembre 2012

  8. #38
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Corriere delle Alpi 5 giugno 2013


  9. #39
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Gazzettino di Belluno 11 giugno 2013


Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy