Pagina 5 di 19 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 189

Discussione: Prolungamento autostrada A27

  1. #41
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    A Giovanni e a tutti i favorevoli al prolungamento dell'A27 propongo 2 documenti:




    Autostrade di montagna: IMPATTO ZERO?

    “Fare per spendere”, una pratica consolidata che nel progetto del ponte sullo stretto di Messina (finalmente, e speriamo definitivamente, accantonato dal governo Monti) ha raggiunto la sua massima espressione, ma di cui troviamo conferma anche nel controverso piano di prolungamento dell’A27, attualmente al vaglio della Commissione regionale VIA della regione Veneto. Se tale devastazione dovesse realizzarsi delle vicine valli del Cadore, anche la valle carnica dell’alto Tagliamento si dovrebbe preparare al pericolo incombente di vedere le ruspe distruggere i suoi versanti, i fiumi, le speranze di rinascita delle sue popolazioni.
    Il progetto in fase di approvazione VIA, prevede un nastro di asfalto della larghezza di 25 metri che da Pian di Vedoia, in Comune di Ponte nelle Alpi, si vorrebbe far proseguire su rilevato lungo il corso del Piave fino a Longarone e poi in un alternarsi di gallerie e viadotti fino a Macchietto, alle porte di Pieve di Cadore, una ventina di chilometri più a nord.
    Un’opera questa, che con la scusa di fungere da by-pass per il paese di Longarone, renderebbe a pagamento gli ultimi tre chilometri dell’attuale autostrada A27 (oggi circonvallazione di Ponte nelle Alpi). Ma un’opera questa, che costituirebbe soprattutto un testa di ponte per lo “sfondamento a nord” reclamato a gran voce dalla classe imprenditoriale della pianura veneta.
    Infatti, una volta raggiunto Macchietto, dopo aver messo sottosopra la stretta valle del Piave e averla resa sostanzialmente impercorribile nei due sensi di marcia per uno o due lustri (la costruzione delle grandi opere comporta movimenti di terra, uomini e mezzi di proporzioni difficilmente immaginabili), i fautori dello sfondamento a nord si troverebbero davanti quattro possibili opzioni:
    _ l’opzione zero, che a questo punto verrebbe presumibilmente scartata;
    _ proseguire in direzione di Dobbiaco, per poi puntare su Monaco di Baviera, ammesso e non concesso che riescano a superare l’opposizione della Pusteria;
    _ passare sotto il passo della Mauria per seguire un improbabile quanto irrazionale tracciato lungo la Carnia fino a raccordarsi con l’A23 a Tolmezzo;
    _ forare le pendici del monte Cavallino, in Comelico, per sbucare sui verdi prati della Lesachtal, nelle Dolomiti di Lienz, Austria e trattati internazionali permettendo.

    Al di là dei suoi possibili sbocchi, il progetto, nel suo insieme, fatica a stare in piedi.
    Sotto l’aspetto economico, i costi di costruzione sono esorbitanti rispetto ai flussi di traffico previsti (non solo per la tratta fino a Macchietto - un bagno di sangue - ma anche nell’ipotesi che lo sfondamento a nord venga realizzato per intero) Sotto l’aspetto ambientale, non è accettabile nell’anno 2012, il forte e irriducibile impatto che subirebbero aree dolomitiche meritevoli di ben altro destino, e il cui futuro verrebbe pesantemente condizionato dall’infrastruttura. In sostanza vantaggi certi solo per pochi grandi costruttori proponenti il Project Financing - i soliti - e per i loro referenti nel sottobosco della politica.

    Eppure queste legittime perplessità non sembrano neanche sfiorare il parlamentare della Lega Nord Diego Dussin, il quale ha affermato, rivolto al neoministro per i Rapporti con il Parlamento Dino Piero Giarda, che il prolungamento dell’A27 costituisce un collegamento strategico per il Bellunese e per il resto del Veneto, in particolare per le industrie locali che stanno mordendo il freno ( Il Gazzettino 2 febbraio 2012).
    Tanto più, ha insistito Dussin, che “l’impatto ambientale dell’opera sarebbe pari a zero, considerato come la maggior parte del collegamento sarà costituito da tunnel”; la dichiarazione sarebbe risibile se, una tale dimostrazione di incompetenza, non risultasse francamente inaccettabile da parte da un rappresentante delle Istituzioni.
    Non sappiamo se il parlamentare della Lega Nord, di solito attenta alle identità locali, prima di sparare sentenze abbia indagato a fondo i diversi aspetti delle realtà sulle quali l’autostrada andrebbe ad incidere, avvalendosi per esempio dei pareri competenti di ingegneri, urbanisti, architetti, storici del paesaggio e demografi non di parte; non risultano studi di nessun tipo a supporto della tesi “autostrada = benessere e miglioramento della vita delle popolazioni locali”. Il fiero alabardato, proseguendo nel suo intervento, ha dichiarato “diteci un sì e la costruiremo noi (l’A27) a casa nostra! ”, dove quella che lui definisce “casa nostra” è in realtà la casa dei Bellunesi, e soprattutto dei Cadorini (o se preferisce dei Catubrini, tribù attestata già in epoca preromana), manifestando arroganza e volontà di prevaricazione, a conferma della poca considerazione in cui il centro tiene le aree periferiche.
    E di questo atteggiamento sprezzante, può starne certo, gli abitanti delle terre alte non mancheranno di ricordarsi quando, archiviato il governo tecnico (che in realtà è il governo più politico che abbiamo avuto negli ultimi decenni) verranno chiamati ad esprimere nelle urne le loro scelte.

    PERALTRESTRADE DOLOMITI
    Comitato Interregionale Carnia-Cadore
    http://www.peraltrestrade.it

  2. #42
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Io sono e resto favorevole, ognuno la vede alla propria maniera, per quanto riguarda l'impatto ambientale, io non mi soffermerei solo sulle grandi opere, ma andrei a vedere che cosa accade nei comuni, dove si continua a costruire case (peraltro 2 case) ovunque ci sia un prato verde, forse è più questo uno scempio ambientale che un pezzo di 27 km.

  3. #43
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    246

    Predefinito

    Tu sei sempre favorevole a priori.
    Dovresti soffermarti un attimo a pensare prima di dire "resto favorevole".
    Favorevole a che cosa poi! Se me lo spieghi.......
    Dov'è poi che vedi costruire "2 case "? Il settore edilizio è in crisi ormai da anni e si costruisce poco per fortuna.Ci sono centinaia di appartamenti e case in vendita e tu vedi cantieri in mezzo ai prati.
    Non so poi come puoi paragonare una casa ad un'autostrada!

  4. #44
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Sono favorevole perchè la ritengo utile, sono contrario alla tav perchè ci sono alternative, sono favorevole agli impianti perchè li ritengo utili, sono non tanto contrario alla questione treno di Calalzo ma al fatto che il treno allo stato attuale conti alla mano non è convegnente a livello turistico di spostamento per le famiglie come si vuol fare credere e se non credi a me vai a verificare i costi dei biglietti poi moltiplicali per un nucleo famigliare di 3-4-5 persone e vedrai che ho ragione, non paragono l'autostrada alle 2 case, ma anche le 2 case sterminano prati o boschi più di quanto si possa immaginare, forse è da un pò che non passi in Auronzo, fatti un giro poi vedrai tu stesso negli ultimi anni quante case sono state costruite e quanti cantieri se pur in leggero calo sono in fase operativa.

  5. #45
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    in realtà di vero impatto visivo (se si può chiamare cosi) ci sono solo gli svincoli e non l'autostrada in sè che "scorre" per buona parte in galleria... inutile girare tanto attorno a chimere......il cadore attualmente come valle (semi abbandonata) hà bisogno di mobilità e mobilità significa trasporto ....aereo ,gomma ,ferrovia,allora visto che aereo non se ne parla (vedi proteste per solo qualche giornata di elitrurismo) ferrovia lasciamo stare che è come quella del 3 mondo rsta la gomma anche perchè il trasporto su gomma in italia è del 80/90% perciò....ancora si all'autostrada...perchè può portare sulla "bilancia" facendo un paragone più cose positive che negative comodità più prospettive,per il futuro MOBILITA' questa è una parola chiave m o b i l i t à....!
    Inutile menarla con l'ambiente e l'impatto ambientale...( per carità qualcosa ci sarà pure ....sugli svincoli ecc....).ma amministratori comitato ecc ...davvero volete rinunciare ad una opportunità cosi grande ? non pensando al futuro concreto dell nostre valli ? in termini di sviluppo,lavoro,turismo,generazioni future?
    giò73

  6. #46
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    più povertà e miseria nella nostre valli? gulp!!!! oddio ok gli slogan ma questo no dai e una barzelletta....siamo già in povertà e miseria o nessuno se ne è ancora accorto?
    giò73

  7. #47
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    Bah comunque io resto favorevole poi ognuno manifesti la sua....idea ci mancherebbe
    giò73

  8. #48

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Stone Nihilist Visualizza Messaggio
    Il fatto è che il Cadore è un luogo difficile, per certi aspetti, da vivere e non sopporta grossi cambiamenti. E' da prendere così com'è, ed è giusto che a chi non sta bene, se ne vada.
    Continuo a pensarla così.

    Non vi piace il cadore perchè è misero, non ha futuro, la gente è chiusa in sè stessa e dovremo andare tutti a fare i pastori? Ma chi vi trattiene, andate via, andate a vivere nelle metropoli se son tanto meglio, e lì avete tutto il cemento che volete.

  9. #49
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Stone Nihilist Visualizza Messaggio
    Continuo a pensarla così.

    Non vi piace il cadore perchè è misero, non ha futuro, la gente è chiusa in sè stessa e dovremo andare tutti a fare i pastori? Ma chi vi trattiene, andate via, andate a vivere nelle metropoli se son tanto meglio, e lì avete tutto il cemento che volete.
    Pensavo si discutesse per trovare una soluzione per evitare lo spopolamento non per invitare direttamente la gente ad andarsene,anche se devo dire che il tuo pensiero è ben appoggiato anche da altre persone.....

  10. #50

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Pensavo si discutesse per trovare una soluzione per evitare lo spopolamento
    Non a patto di trasformare il territorio.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy