Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Cadore, contributi pubblici a chi compra asini e mucche per mantenere i prati

  1. #1
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    29

    Predefinito Cadore, contributi pubblici a chi compra asini e mucche per mantenere i prati

    A me piace molto come idea

    Iniziativa della Comunità montana Centro Cadore, nel Bellunese: da 800 a 1.200 euro di contributi ai privati che acquistino pecore, asini o mucche per mantenere i prati, abbandonati dopo la conversione della valle all'occhialeria
    CALALZO. Da 800 a 1.200 euro di contributi ai privati che acquistino pecore, asini o mucche per mantenere i prati del Cadore. E' il bando lanciato dalla Comunità Montana 'Centro Cadore', in provincia di Belluno, con una dotazione di 20 mila euro.

    Fino a 30 anni fa, prima dello sviluppo industriale legato all'occhialeria, ogni famiglia aveva un certo numero di capi di bestiame che, oltre a servire al sostentamento, indirettamente provvedevano allo 'sfalcio' sul territorio.

    Fenomeno che oggi è praticamente del tutto scomparso - sottolineano i vertici della Comunità montana - facendo contestualmente lievitare un problema di costi di manutenzione del suolo che sta diventando pesante.

    Da qui la proposta di contributo rivolta ad agricoltori ''non a titolo prevalente'', semplici privati ed associazioni di volontariato.

    ''Il nostro è un territorio per eccellenza a vocazione turistica - spiega Luca De Carlo, sindaco di Calalzo ed assessore all'Ambiente della Comunità Centro Cadore - e non è possibile prescindere dal mantenimento di prati e pascoli.

    Tutto questo però rischia di essere troppo oneroso. Il bando supplisce ai costi sempre crescenti per gli sfalci, che in estate rischiano di impegnare una grossa fetta dei fondi di bilancio''.

  2. #2

    Predefinito contributo per capre ed asini.

    non so se devo ridere o piangere alla proposta della comunità centro cadore che intenderebbe contribuire allo sfalcio dei mprati incolti, incentivando il fai da te locale.
    dopo che negli anni 60 si è incentivato il passaggio da un'economia agricola ad uno sviluppo turistico ed artigianale questi pseudo contadini della domenica dove parcheggerebbero i nuovi mezzi (capre ed asini)?
    forse negli appartamenti costruiti nelle originarie stalle?
    o forse questa iniziativa è frutto dell'intenso lavoro degli amministratori della comunità montana che meglio farebbero, loro si ad usufruire del gettone di presenza e di altri emolumenti per intraprendere l'atività agro-silvo-pastorale.
    in ogni caso porgo come regoliere auronzano tanti auguri ai nostri solerti amministratori.
    mario vecellio

  3. #3
    Moderator L'avatar di deryls82
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Tai di Cadore
    Messaggi
    310

    Predefinito

    la domade da mia parte sono......... quante pecore ed asini devo avere per usufruire degli 800-1200 euro di contributi? quanto mi costeranno le spese veterinarie (ad un cane chiedono 20 euro per la visita e 30 euro a vacinazione) ed eventuali denuncie se mi scappa l'asino in strada? quanto mi costerà dare da mangiare alle bestiole durante l'inverno visto che non mangiano aria? io credo che 800-1200 non bastino anche perchè i futuri pastori saranno in prevalenza operai che lavorano dal lunedì al sabato "chi ha la fortuna" per 1000-1100 euro al mese.

  4. #4
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    C'ho pensato anch'io se questa iniziativa poteva essere utile o meno... sinceramente non mi convince molto. Non penso che questo incentivo possa risolvere o anche solo migliorare il problema dello sfalcio dei prati. Avete idee di quanti animali ci vogliono per mantenere i prati apposto? Un'infinità!
    Mah...

    NuovoCadore staff
    > matteogracis.it

  5. #5
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    non vorrei fare sempre il "gufo!" ma le mucche e gli asini ecc una volta comprati dove li mettiamo? se non ci sono quasi più stalle? anzi mi risulta che si possano contare sulle dita davanti alla comunità montana ?o dentro? se c'è posto......

  6. #6
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    Continuiamo a farci prendere in giro evvvaiiii...oramai il circo del centro cadore è avviato ecco si magari posso provare ad ammaestrare alcune mucche e poi esibirle ! mica male come idea....!

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy