Oggi sul Corriere delle Alpi c'era questo articolo...



Incuriosito lo leggo e poi vado a vedere di cosa si tratta digitando l'unico indirizzo web presente, ovvero http://uce.regione.veneto.it/falcadechannel
1° perplessità: questo dovrebbe essere uno strumento facilmente accessibile a tutti, per la promozione turistica, ecc. L'indirizzo web è complicatissimo e impossibile da ricordare.

Ma andiamo avanti...

Si apre una pagina con una lunga raccolta video.
2° perplessità: questa cosa non ha nulla a che fare con un "portale". E' una semplicissima pagina html con una lista di video tra l'altro disordinati, perchè è scomodissimo dover scorrere l'intera pagina per vederli tutti.

Ne guardo alcuni. Ad esempio quello intitolato "fal 01-08-10 facebook e youtube"
3° perplessità: i video non sono certo lo strumento adatto per diffondere queste informazioni, in quanto non possono contenere link diretti, né testo copiabile/incollabile. Inoltre i video in questione non sono "condivisibili" su forum e social network.

Ma ora inizia il "bello"...

Seguo comunque le istruzioni del video e leggo: "Digita Minimamedia nel sito Vimeo (piattaforma video simile a youtube) e troverai molte nostre clip da scaricare".
Ok, ci provo! Vado su Vimeo, cerco Minimamedia ...e indovinate un po'?! Trovo la bellezza di 3 (tre!) video.
4° perplessità: mi aspettavo MOLTI video da scaricare.
5° perplessità: i video sono stati caricati 5 mesi fa e hanno totalizzato 15 (quindici!!!) visioni. Tutti 3 insieme. Uguale: zero visibilità.

Ma andiamo avanti...

Provo allora ad andare sulla pagina Facebook (sempre come indicatomi nel video citato qui sopra) e cerco FalcadeChannel.
6° perplessità: c'è un errore! Hanno aperto l'account personale di FalcadeChannel, mentre avrebbero dovuto aprire la pagina. Gli account su Facebook, per regolamento, dovrebbero essere solo per persone fisiche.

Guardo i contenuti inseriti e trovo pochissimo/niente di Falcade, anzi, l'ultima cosa inserita è un link a un sito commerciale (ovvero Minimamedia, l'azienda
che produce i video).
7° perplessità: come ha scritto sulla stessa pagina un altro utente: "PENSAVO FOSSE UNA PAGINA CULTURALE......MOLTO MOLTO DELUSA !!!"
8° perplessità: i riferimenti e il link all'azienda ci sono anche nella descrizione dell'account, che a questo punto, non ha praticamente nulla a che fare con la promozione turistica di Falcade.
(l'account di Lorenzago Channel è pressochè identico)

A questo punto mi pongo una domanda: mettiamo che la pagina di video possa essere utile e interessante per qualche visitatore... come ci arriva quel visitatore alla pagina in questione?
Allora penso, essendo all'interno del portale della Regione Veneto, ci si arriverà dalla home del portale: http://www.regione.veneto.it/
E invece no! Ho cercato senza trovare nulla. Anche utilizzando il campo di ricerca in alto a destra, come risultati ci sono link esterni al sito e che comunque non portano a destinazione.
9° perplessità: che utilità ha una "vetrina per i comuni" che è quasi impossibile da trovare?

Tutto ciò, nell'articolo viene definita "UNA GRANDE OPPORTUNITA' A DISPOSIZIONE DI QUANTI OPERANO NEL TURISMO PER FORNIRE NUOVI SERVIZI AI LORO CLIENTI".

E il tutto, costa 500 euro al Comune, per l'acquisto dell'apparecchiatura necessaria per il caricamento dei video.
Su youtube è gratis (e tra l'altro, si ha molta più visibilità).

E' così, che vogliamo rilanciare il turismo?!

Mi dispiace per la mia "brutalità", ma passatemi il termine per una volta...
questa "vetrina per i comuni" è SPAZZATURA.
E sinceramente è frustrante veder buttar via soldi e risorse in progetti del genere quando noi qui con NuovoCadore.it ci si fa il mazzo, anche a gratis!