Sale al grado 3 - su una scala fino a 5 punti - il rischio valanghe sulle Dolomiti venete. Lo rende noto l'agenzia regionale per l'ambiente che indica in ''marcato'' il rischio di distacchi nevosi.

Il fenomeno, fino a ieri moderato, si è aggravato per le condizioni meteo che hanno portato neve e pioggia da una parte ed un sostanziale innalzamento delle temperature minime dall'altra.

L'Arpav rileva che il pericolo di valanghe, oltre alle zone non controllate di alta montagna, potrà sussistere nelle situazioni più esposte e può interessare anche aree sciistiche e vie di comunicazione, specie nel settore


Occhio...me raccomando!