Pagina 19 di 94 PrimaPrima ... 917181920212969 ... UltimaUltima
Risultati da 181 a 190 di 938

Discussione: Nuovo comprensorio Cadore-Civetta

  1. #181
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    @guid-1 Credo anch'io che lo sci alpino muova capitali maggiori, del resto è fortemente legato agli impianti di risalita e ai maestri e tutto questo ha un costo, molto alto. Però anche in estate c'è tanto turismo e con mia grande sorpresa (l'ho letto proprio sulla relazione socio-economica del prof. olandese) ci sono più turisti in estate che non in inverno. QUindi, a mio avviso, sarebbe più opportuno pianificare gli interventi considerando tutti i tipi di turisti, perché così si potrebbe distribuire il rischio. Esattamente come fanno le imprese. E come farei anch'io se avessi un po' di soldi da investire, non li investirei tutti nello stesso titolo.
    Tu credi che le vostre zone siano depresse? Perchè? Ho un ricordo di San Vito che tutto mi farebbe pensare fuorché ad una zona depressa! C'è un po' di crisi è vero, anche il mio conto in banca è in forte crisi.
    Quello che temo, più di ogni altra cosa, è che si esalti questo progetto come una macchina da soldi capace di risolvere la crisi di tutta la valle. Se fosse veramente così "penetrante" questa onda economica, perché il benessere generato dagli impianti di Cortina non è arrivato, almeno, fino a Peaio?
    C'è un'altra cosa di cui avrei paura se fossi sanvitese: il debito. Come spiegava Cristiano Menegus il 65% del capitale sarà fornito dalle banche. Sai che significa? Che se la banca ti dà 50 milioni di euro, in cambio vuole 100 milioni (o quasi) di garanzie: chi le mette le garanzie? il Comune? cosa fa, ipoteca tutto quello che ha? e se il giocattolino non dovesse funzionare? per quanti anni i sanvitesi dovranno pagare il loro debito?

    @giovanni. Ti assicuro, caro Giovanni, che non sono ambientalista, tant'è che non ne so proprio niente di impatto ambientale (come ho già detto avrei voluto leggere la relazione, ma non è stata pubblicata). So però che gli impatti non si misurano in funzione della quantità di alberi tagliati (cosa che tra l'altro si deve fare per la sopravvivenza dei boschi), ma in base ad una serie approfondita di studi che mettono insieme molti elementi.
    Infatti il Piano Regionale Neve è stato bloccato proprio perché non ha saputo valutare correttamente tutti questi impatti. E non credo che sia solo una questione di voler salvare un "alberello" a tutti i costi. Purtroppo la montagna è un ambiente difficile. E al di là di voler tutelare dei siti unici (perché per me quel posto è bello così), ci sono questioni sulle quali non si possono fare approssimazioni. I dissesti idrogeologici parlano chiaro e l'Italia è piena di questi esempi. E anche la Val Boite, purtroppo.

  2. #182
    Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Quali perplessità???
    non capisco proprio tutte queste perplessità per la realizazione del collegamento cadore - civetta ... io credo che sicuramente ci sarà qualcuno che ci guadagna .. ma questo mi tocca marginalmente .. ma sicuramente ci saranno nuove risorse per tutti ... e i finti moralismi sullo sciempio della natura li lascerei perdere ... prova ad andare a fare la spesa con il moralismo e dimmi cosa porti a casa

  3. #183
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Heidi Visualizza Messaggio
    gli investimenti vanno fatti seguendo delle priorità...è inutile fare una piscina se poi nessuno la frequenta...poi non so se hai presente i costi di gestione di una piscina...
    ma anche questo comprensorio ha dei costi di gestione che fanno venire i brividi! si parla di 6 milioni di euro all'anno! e quando c'è l'anno tragico in cui manca la neve e i turisti non si muovono da casa? se non sbaglio per sopperire alla crisi degli attuali impianti sanvitesi è intervenuto il comune. Anche per il nuovo comprensorio interverrà il comune?

  4. #184
    Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    26

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    ma anche questo comprensorio ha dei costi di gestione che fanno venire i brividi! si parla di 6 milioni di euro all'anno! e quando c'è l'anno tragico in cui manca la neve e i turisti non si muovono da casa? se non sbaglio per sopperire alla crisi degli attuali impianti sanvitesi è intervenuto il comune. Anche per il nuovo comprensorio interverrà il comune?
    infatti è stato previsto l'impianto di innevamento artificiale, proprio per non stare con il naso al cielo ad aspettare la neve.
    Poi la redditività di un impianto di risalita si calcola sulla vita di quell'impianto , ovvero 30 anni, se in quei 30 anni l'impianto si è mantenuto senza generare ne perdite ne guadagni è già stato un guadagno per tutti

  5. #185

    Predefinito

    Ciao giovanni, non si sa ancora se questi impianti si faranno, come più volte è stato detto la decisione più importante spetta alle Regole, un'istituzione antica che merita tutto il nostro rispetto. Per fortuna che esiste. Se si faranno, non si sa neanche se rilanceranno S. Vito, sei sicuro che tutto il Cadore godrà dei benefici che vengono ipotizzati? Poniamoci anche delle domande di questo tipo, perchè con la crisi mondiale che stiamo vivendo non si sa se avremo tutti i turisti che sono stati calcolati nella relazione del professor Van Der Borg. Ovviamente essendo un sanvitese spero fortemente che se il progetto avrà seguito tutto andrà per il meglio, ma se il numero di sciatori fosse minore di quello calcolato , chi pagherebbe il grosso debito che si verrebbe a creare? Perciò caro giovanni, non è solo per l'amore per i luoghi in cui viviamo, sebbene sia forte, che le persone stanno cercando di analizzare al meglio la situazione, ma anche perchè vorremmo che S.Vito rimanesse dei sanvitesi senza dover vendere il nuovo comprensorio ai russi. Se per caso venissero fatti nuovi alberghi, siamo sicuri che i sanvitesi investirebbero in strutture così costose? Potrebbero anche essere fatti o comprati da ricchi imprenditori di fuori... e i lavori per costruirli? Probabilmente verrebbero chiamate ditte più grandi e meno costose , non le nostre piccole botteghe di artigiani. D'altra parte potrebbe anche andare tutto bene, ma visto il periodo di crisi non ne sono convinto. Comunque guid-1 , secondo me prima di rischiare di fare il passo più lungo della gamba si potrebbe provare a fare qualcosa di nuovo sulle piste che già abbiamo. Ad esempio uno snow parck, dei parcheggi adeguati, qualsiasi cosa che riesca a far diminuire l'intasamento causato dalle auto nei periodi di maggior affluenza (non so se sei mai stato a sciare a S. Vito sotto Natale). Lo sci alpinismo stà prendendo piede, se avessimo itinerari ben spiegati e magari qualche piccolo ristoro al punto d'arrivo , secondo me potrebbe portare qualche appassionato di questa disciplina nelle nostre zone ( questo vale anche per le ciaspe e il nordic walking).

  6. #186

    Predefinito

    Mi dispiace, non ho finito. Abbiamo una pista di slittino, non si può renderla più sicura con le varie protezioni e magari illuminandola per poterla usare di sera? La pista di fondo perchè non ha un noleggio per l'attrezzatura? Qualcosa c'è a S. Vito, ma non viene valorizzato. Secondo me il nuovo comprensorio dovrebbe essere preso in considerazione dopo i tentativi di mettere a posto quello che c'è già. Heidi, sei tu che hai scritto in un vecchio post che le piste da sci di S.Vito sono splendide... Beh, anche i costi di gestione delle piste da sci sono alti e anche tante piste qua attorno chiudono i bilanci in rosso, eppure stiamo parlando di realizzare un inero comprensorio. E' solo un mio parerequello sulla pubblicità, ma secondo me ci sono località con meno cose da offrire che sanno vendersi molto meglio. Non voglio avere toni polemici, ma farvi capire che se i dubbi ci sono è perchè ci si pone delle domande sensate e chi dice di no non lo fa per il male del paese, ma lo fa riflettendo e valutando molti aspetti, ascoltando anche chi è un sostenitore del progetto.

  7. #187
    Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    26

    Predefinito

    nico ci conosciamo?

  8. #188
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da guid-1 Visualizza Messaggio
    infatti è stato previsto l'impianto di innevamento artificiale, proprio per non stare con il naso al cielo ad aspettare la neve.
    Poi la redditività di un impianto di risalita si calcola sulla vita di quell'impianto , ovvero 30 anni, se in quei 30 anni l'impianto si è mantenuto senza generare ne perdite ne guadagni è già stato un guadagno per tutti
    Infatti è stato proprio per colpa dell'impianto di innevamento che la scoter è andata in rosso!!
    30 anni??? E tu pensi che un investitore ti dia i soldi sapendo che debba aspettare tutto quel tempo?

  9. #189

  10. #190
    Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    26

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Infatti è stato proprio per colpa dell'impianto di innevamento che la scoter è andata in rosso!!
    30 anni??? E tu pensi che un investitore ti dia i soldi sapendo che debba aspettare tutto quel tempo?
    a me non li danno, ma a loro si
    sono soldi tuoi? no allora di cosa parli.....
    vuoi capire qualcosa? vieni a vivere in montagna 12 mesi l'anno poi ne riparliamo

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy