Pagina 24 di 94 PrimaPrima ... 1422232425263474 ... UltimaUltima
Risultati da 231 a 240 di 938

Discussione: Nuovo comprensorio Cadore-Civetta

  1. #231
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da murphy Visualizza Messaggio
    Ciao smara, in realtà mi riferivo a questo:
    http://corrierealpi.gelocal.it/crona...nibile-3480630
    La presa di posizione di Italia Nostra, vista la serietà dell'associazione, era doverosa e, ovviamente, la condivido in pieno.

    Comunque anche l'altro articolo (http://corrierealpi.gelocal.it/crona...istico-3480624) è molto interessante. Condivido molte delle cose dette dalla Visalli, tra cui il giudizio che ha espresso in merito alle considerazioni dell'Assessore Vettoretto. Molti politici hanno parlato, con la presunzione di mettere a tacere gli esperti, quando è il Ministero che li vuole in campo, in prima linea. Perché al Ministero sanno bene che la commissione UNESCO, che verrà a decidere la conferma del riconoscimento, non è composta da politicanti irretiti nelle baruffe locali. La commissione UNESCO è composta da esperti e le loro valutazioni sono scientifiche.
    Finora, fatta eccezione per Micheletti, non ci sono state prese di posizione da parte di esperti. Campeol è intervenuto in qualità di segretario della fondazione UNESCO, ma il suo ruolo è quello del manager, un manager che - tra l'altro - ha le idee un po' confuse. A gennaio, a proposito di questo progetto, aveva detto che avrebbero segnalato eventuali incoerenze. Oggi, invece, dice che queste "incoerenze" non sono un problema, perché il progetto potrà essere modificato, così da farle sembrare un po' meno incoerenti. Comunque Campeol non mi preoccupa, se le sue valutazioni sono fondate come quella che espresso sul logo, allora possiamo stare tranquilli. "il logo ha colpito nel segno!" aveva detto. Infatti si è visto! ha colpito cosi bene che adesso lo cambiano.

  2. #232

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Finora, fatta eccezione per Micheletti, non ci sono state prese di posizione da parte di esperti. Campeol è intervenuto in qualità di segretario della fondazione UNESCO, ma il suo ruolo è quello del manager, un manager che - tra l'altro - ha le idee un po' confuse. Comunque Campeol non mi preoccupa, se le sue valutazioni sono fondate come quella che espresso sul logo, allora possiamo stare tranquilli. "il logo ha colpito nel segno!" aveva detto. Infatti si è visto! ha colpito cosi bene che adesso lo cambiano.
    hai hai hai Smara... come al solito spari le tue sentenze senza informarti...a seconda di quello che ti fa comodo!
    Micheletti è l'unico tecnico serio perchè difende la tua idea, invece il prof. Campeol ha le ideee confuse...
    Tirare in ballo la questione del logo poi ti copre di ridicolo... sai chi era il PRESIDENTE della giuria di tre membri CHE HANNO SCELTO IL LOGO? il tuo preferito, l'esperto Micheletti!!! E poi viene a dirci che lui conosce la montagna.....HAHAAHAHAHAHAHAHAHHAAHAHAHAHA..... (ridiamo va... piangere non è mai il caso...)
    Su, se vuoi difendere le tue posizioni cercati dei sostegni un po' meno strampalati...

  3. #233

    Predefinito

    Mi pare che si continui ad uscire dal tema del forum!

  4. #234
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da arams Visualizza Messaggio
    hai hai hai Smara... come al solito spari le tue sentenze senza informarti...a seconda di quello che ti fa comodo!
    Micheletti è l'unico tecnico serio perchè difende la tua idea, invece il prof. Campeol ha le ideee confuse...
    Tirare in ballo la questione del logo poi ti copre di ridicolo... sai chi era il PRESIDENTE della giuria di tre membri CHE HANNO SCELTO IL LOGO? il tuo preferito, l'esperto Micheletti!!! E poi viene a dirci che lui conosce la montagna.....HAHAAHAHAHAHAHAHAHHAAHAHAHAHA..... (ridiamo va... piangere non è mai il caso...)
    Su, se vuoi difendere le tue posizioni cercati dei sostegni un po' meno strampalati...
    cara arams, certo che i tuoi modi "grezzi" di esprimere i concetti sono molto accattivanti, e dal momento che la parola è un pensiero verbalizzato, mi devo complimentare per la profondità dei pensieri e delle analisi che sai esporre.
    Ho citato l'arch. Micheletti per la preparazione scientifica e la profondità di competenze grazie alle quali lui (e altri due esperti) sono riusciti a far riconoscere le Dolomiti Patrimonio dell'Umanità. Forse non lo sai, ma in Italia è il secondo riconoscimento di questo tipo, dopo le isole Eeolie. Ho quindi parlato di competenze scientifiche non di capacità di marketing (mi riferisco al logo, che non piace neppure a me). Rispetto a Campeol, nei confronti del quale non ho espresso giudizi sulle competenze professionali, ho solo detto che finora le sue previsioni non si sono realizzate (come per il logo) e quindi, personalmente, non mi preoccupo di un suo parere rispetto alla possibilità di modificare il progetto.*

    So che non accetterai consigli da parte mia, però te lo voglio dire lo stesso: ogni tanto prova a dibattere sulle questioni che pongo, non attaccare solo me, la fai passare per una questione personale!

    P.S.: hai letto tutti i documenti scritti da Micheletti sulle Dolomiti? Se vuoi te li passo.

  5. #235
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Smara, sto ancora aspettando un tuo topic contro il comprensorio sciistico che verrà realizzato in Abruzzo....o là non ti interessa??? anche là useranno soldi pubblici, o non ti interessa perchè non vivi li?
    Caro Bosk, come ho già detto a Egon, per me va bene parlare di questo argomento (magari questa volta la pensiamo alla stessa maniera), ma non è questo il forum. Aprite un'altra discussione e vi prometto che ne prenderò parte!

  6. #236

    Predefinito

    Caro bosk, se non te ne fossi accorto questo è il forum "cadore civetta", se non hai argomenti a riguardo leggi solamente senza intervenire perchè sono stufo di vedere attacchi personali a smara che non portano a niente. Avviso tutti i partecipanti al forum che domenica 13 marzo ci sarà un' azione di opposizione da parte di mountainwilderness. http://www.pelmo-mondeval.it/2011/02...tainwilderness
    Una domanda per ritornare al tema: cosa ne pensate?

  7. #237
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Ebbene, ho iniziato a leggere la prima delle due relazioni occultate, quelle che si sono "dimenticati" di pubblicare: la R/04 (Relazione Forestale) e la R/07 (Studio ambientale propedeutico alla valutazione di incidenza ambientale).
    Che dire? Sono rimasta senza parole. E non so neanche da che parte cominciare. Ci sono così tante cose da dire, che dovrò procedere con un post alla volta, diciamo che andrò a puntate.
    Questa prima puntata potrebbe intitolarsi "la giunta sanvitese non vuole il riconoscimento UNESCO".
    Prima di entrare nel merito del riconoscimento UNESCO, però, c'è da fare una premessa, che nulla ha a che fare con il riconoscimento, ma che riguarda il Piano Regolatore di san Vito, ovvero che il progetto intercetta una zona (n.01) nella quale c'è divieto di operare cambiamenti nella destinazione d'uso e per la quale è prevista la limitazione del transito turistico. Inoltre il progetto lambisce un'altra area (n. 09) per la quale si dovrebbe proporre alla Provincia una riserva CON LIMITAZIONE DEL TURISMO.
    E fin qui abbiamo parlato solo del Piano Regolatore di San Vito e quindi non posso non tornare su uno dei quesiti già posti e rimasti irrisolti: come poteva la giunta da sola, senza interrogare il consiglio, approvare un progetto che implica una modifica al Piano Regolatore proprio per una zona per la quale non si possono operare cambiamenti? E che cambiamenti poi! Qui si tratta di far diventare bianco ciò che è nero e viceversa!

    Ma andiamo avanti. Proprio all'inizio della relazione si legge: "Gran parte dell'area interessata dal complesso di impianti e piste da sci del comprensorio, rientra nella zona "Core" e nella zona "Buffer" del complesso numero 1 "Dolomiti patrimonio dell'UNESCO" ... " Già qui bisogna fermarsi! Ma come? Ma l'assessore De Lotto aveva detto che il comprensorio interessava l'area UNESCO solo in minima parte! (
    http://corrierealpi.gelocal.it/crona...lemica-3359391). Quindi le cose sono due o si sbaglia l'assessore o si sbaglia la relazione. Voi che ne pensate?

    Per oggi mi fermo, altrimenti mettiamo troppa carne al fuoco!

  8. #238
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da deryls82 Visualizza Messaggio
    mi associo a smara, spiegaci meglio dove vuoi arrivare e cosa centra con il topic attuale
    Non volevo certo andare OT parlando di un comprensorio che con il cadore non c'entra nulla (salvo quanto diremo appresso). Volevo solo sottolineare come sul progetto cadore civetta siano piovute da subito una marea di critiche, mentre l'analogo progetto abruzzese abbia ricevuto grandi lodi, ai più alti livelli, tant'è che l'accordo è stato siglato a Palazzo Chigi da Gianni Letta. Se poi, come temo, il progetto cadore civetta fallirà per mancanza di soldi (i profeti disarmati ruinano, come ci hanno insegnato, e le guerre si fanno con i soldi, ci vogliono i danèe, come dicono a Milano) ai sanvitesi resterà l'amarezza di vedere che in abruzzo il comprensorio sarà stato realizzato in buona parte coi soldi pubblici, e quindi (vedi studio della CGIA di Mestre) con i loro soldi. Soldi che invece per la montagna veneta non ci sono. Insomma, cornuti e mazziati e magari anche, come si dice in Veneto, un pò mona. Quanto a mountain wilderness, che si è premurata di organizzare subito una manifestazione contro, che appare peraltro prematura, visto che le Regole devono ancora pronunciarsi, sono curioso di vedere se andranno anche in abruzzo, considerato che il nuovo comprensorio ovindoli campo felice interesserà addirittura due parchi. Ma credo di no, perchè sanno che gli abruzzesi, che sono un pò rudi, li rincorrerebbero con dei nodosi bastoni.
    Ultima modifica di egon; 21-02-2011 alle 11:16 AM

  9. #239

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da egon Visualizza Messaggio
    Se poi, come temo, il progetto cadore civetta fallirà per mancanza di soldi (i profeti disarmati ruinano, come ci hanno insegnato, e le guerre si fanno con i soldi, ci vogliono i danèe, come dicono a Milano) ai sanvitesi resterà l'amarezza di vedere che in abruzzo il comprensorio sarà stato realizzato in buona parte coi soldi pubblici, e quindi (vedi studio della CGIA di Mestre) con i loro soldi. Soldi che invece per la montagna veneta non ci sono.
    Credimi, c'è anche chi non sarà per nulla amareggiato se non si faranno queste piste da sci...e sono in tanti a S. Vito...c'è anche chi vorrebbe tentare di fare qualcos'altro prima di toccare e danneggiare una zona che fin'ora è rimasta immacolata...Stiamo parlando di cifre incredibili, credo che in pochi riescano a rendersi conto di quanti soldi verranno spesi...Forse un progetto del genere trent'anni fa aveva senso (ma lo hanno bocciato), adesso sarebbe un rischio troppo grande...

  10. #240

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da guid-1 Visualizza Messaggio
    che la crisi economica è un problema nazionale e non specifico del Cadore.

    avevo deciso di non rispondere più ma questa tua affermazione è l'ennesima prova del fatto che non sai di cosa parli.
    nel passato, in centro Cadore e un po' meno in val Boite è stato fatto il grave errore di puntare su di un'economia monotematica , ovvero gli occhiali, questo è andato a discapito del turismo (grave colpa nostra).
    quando il settore occhialeria è entrato in crisi ha messo in ginocchio anche l'indotto , alberghi, ristoranti , bar, pizzerie, negozi ecc la gente ha perso il lavoro e non aveva + potere d'acquisto.
    questo è avvenuto con almeno 10 anni di anticipo rispetto alla crisi economica mondiale che stiamo vivendo adesso,
    a sentire te sembra che in Cadore stiamo sguazzando nell'oro e che siamo solo assetati di soldi, la verità è che il benessere che avevamo l'abbiamo sudato , e senza "mungere altre regioni" anzi... siamo abituati ad arrangiarci, ma che le nostre iniziative vengano anche sabotate da persone che non sanno quello che dicono, non ci va proprio giù, non credo di essere l'unico a pensarla così, certo sono l'unico che parla fuori dai denti senza il filtro dell'ipocrisia e del perbenismo...
    Visto che ci sono vorrei fare una considerazione anche sulla questione UNESCO che, a mio modesto parere è una grande pagliacciata (per usare un termine soft)
    perchè solo certi siti sono considerati patrimonio dell'umanità? non è forse tutta la terra che merita di esserlo? o ci sono delle zone che meritano meno rispetto?
    infine vorrei dire agli ecologisti dell'ultima ora, sempre pronti a darci degli assassini non appena tagliamo un albero, che anche se non sembra , nessuno più di noi montanari ama e rispetta le nostre montagne come noi che ci viviamo
    Quoto!


Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy