Pagina 30 di 94 PrimaPrima ... 2028293031324080 ... UltimaUltima
Risultati da 291 a 300 di 938

Discussione: Nuovo comprensorio Cadore-Civetta

  1. #291
    Member
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Pieve di Cadore
    Messaggi
    63

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sten Visualizza Messaggio
    Torniamo a "bomba".
    viceversa se il parere sarà negativo resterà sempre la domanda: " ed ora a San Vito che faremo del nostro futuro ?"
    è quello che mi domando anche io.
    c'è l'occasione di fare qualcosa, qualcosa di importante, perchè bisogna impegnarsi per bloccare tutto a tutti i costi come mi è sembrato di notare in certi interventi su questo topic?

    ho avuto modo di leggere diversi siti a riguardo (incredibile quanti ne siano comparsi nel giro di pochi mesi sull'argomento), quello che, IMHO, dice le cose che si avvicinano di più al mio pensiero è questo blog.

    non sono di san vito, ma credo che sarei cmq molto dispiaciuto se la cosa non andasse in porto perchè, al momento, vedo davvero poche occasioni per il cadore...

  2. #292
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    73

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mark Visualizza Messaggio
    è quello che mi domando anche io.
    c'è l'occasione di fare qualcosa, qualcosa di importante, perchè bisogna impegnarsi per bloccare tutto a tutti i costi come mi è sembrato di notare in certi interventi su questo topic?

    ho avuto modo di leggere diversi siti a riguardo (incredibile quanti ne siano comparsi nel giro di pochi mesi sull'argomento), quello che, IMHO, dice le cose che si avvicinano di più al mio pensiero è questo blog.

    non sono di san vito, ma credo che sarei cmq molto dispiaciuto se la cosa non andasse in porto perchè, al momento, vedo davvero poche occasioni per il cadore...




    Il problema non è tanto che ci sia qualcuno a cui l'iniziativa non piace ma che questo qualcuno non proponga alcuna alternativa fattibile e con le stesse ricadute economiche di quella che stiamo discutendo.
    Oggi sono stato a sciare sulle piste di San Vito; ho notato due persone che risalivano la pista con le pelli di foca e zaino sulle spalle.
    Il giro sucessivo li ho notati all'arrivo delle seggiovia... seduti sugli sci che mangiavano un panino tolto dal loro zaino.
    Quelle due persone alla collettività di San Vito non hanno portato nemmeno un euro; non hanno fatto lo skipass, non hanno mangiato nel rifugio non hanno speso nulla. Nel contempo la collettività di San Vito ha dato loro le piste su cui sono risaliti, il panorama, il parcheggio, la strada e quant'altro.
    E d'estate, spesse volte, la solfa è uguale... decine di cercatori di funghi che vengono, rovinano, depredano e ritornano a casa senza aver consumato nemmeno un caffè.
    E' solo questo il turismo che vogliamo ?


    ps: molto belle le considerazioni su quel blog

  3. #293
    Moderator L'avatar di deryls82
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Tai di Cadore
    Messaggi
    310

    Predefinito

    Scusate una cosa......... su quante persone si vedono episodi del genere?
    Ho notato negli anni che si tende sempre a dare la colpa ai "foresti", ci fregano i funghi, si impossessano dei parcheggi, non consumano...... ora non per essere di parte perchè con i turisti ci ho litigato molte volte ma, pensandoci bene potrei dire ad occhio che sono un 10%, può essere che sbaglio i conti o che ho trovato le giornate buone ma il restante 90% fa il tipico turista.
    NuovoCadore Staff

  4. #294

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mark Visualizza Messaggio
    Io sto ancora aspettando che smara mi risponda eh!
    Solo che quando non gli comoda, semplicemente, cambia discorso.

  5. #295

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sten Visualizza Messaggio
    Torniamo a "bomba".
    Oggi pomeriggio c'è stata una riunione a San Vito organizzata dalle Regole. Con piacere ho notato che la sala era piena e che la discussione si è sviluppata in modo civile e sopratutto costruttivo.
    E' apparso chiaro che il paese è, in un certo qual modo, "diviso" ma, con estremo piacere , non ho sentito alcun intervento di negazione "a prescindere".
    Le difficoltà di tipo burocratico emerse sono moltissime; dalla compensazione dei terreni che le Regole eventualmente dovessero cedere, alla problematica del traffico e a tanti altri aspetti di non facile soluzione.
    A mio avviso, qualora anche il progetto dovesse avere parere favorevole, i tempi di realizzazione previsti per l'apertura sono oltremodo ottimistici.
    Ad ogni modo gli aspetti da sviscerare sono ancora molti; la cosa principale è che i regolieri e i proprietari dei terreni siano d'accordo nel portare avanti l'iniziativa. Se questo avverrà si potranno affrontare tutti gli altri problemi uno alla volta; viceversa se il parere sarà negativo resterà sempre la domanda: " ed ora a San Vito che faremo del nostro futuro ?"

  6. #296
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Heidi Visualizza Messaggio
    Lo so che non ci sapete stare senza di me!
    Allora vi vorrei sottoporre un articolo interessante che ho trovato sul sito indicatoci da Cristiano (quello frequentato dai gardenesi, per intenderci):
    http://www.pelmo-mondeval.it/2011/02...adore-civetta/

  7. #297
    Member
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Pieve di Cadore
    Messaggi
    63

    Predefinito

    In tempi di crisi, non solo finanziaria, ma strutturale, basata innanzi a tutto sulla scarsità di risorse naturali del nostro pianeta, scopo prioritario della progettazione della qualità del vivere dell’essere umano deve essere quello della conservazione dei beni naturali, va ricordato, beni pubblici, che sono rimasti intatti. E’ questo un dovere che dobbiamo a noi stessi, ma che in modo particolare dobbiamo rivolgere, trasferire intatti alle generazioni che ci seguiranno.
    direi che questa frase è emblematica: intellettualmente scorretta!
    come si può affermare che "crisi [...] basata innanzi a tutto sulla scarsità di risorse naturali del nostro pianeta, scopo prioritario della progettazione della qualità del vivere dell’essere umano deve essere quello della conservazione dei beni naturali " senza notare l'enorme errore logico?

    quindi non facciamo niente che tanto le nostre montagne ci daranno da mangiare da sole?

    ma per piacere, non merita nemmeno di essere letto quel post solo dalle premesse!

  8. #298
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito se a san vito piangono...

    ...neanche in val fiorentina ridono. Sentite cosa scrive uno che parteciperà alla (contro) manifestazione indetta da mountain wilderness. Poi ognuno ne tragga le conclusioni che crede.

    "E' una pazzia di alcuni imprenditori disperati che non sanno come far quadrare i conti. Negli ultimi anni si son salvati grazie al fatto che ci sono stati inverni con abbondanti nevicate e non hanno dovuto spendere per l'innevamento artificiale altrimenti avrebbero chiuso i bilanci ancora piu' in rosso di quelli che hanno chiuso e forse qualche societa' non avvrebbe nemmeno avuto la forza di aprire in stagione.
    Una buona parte delle persone che vivono in valle fiorentina e' a favore e gia' stanno pensando quanto potrebbero crescere di valore le loro case o i loro fienili se tutto questo andra' in porto...
    Mi rendo conto sempre di piu' che il nostro modo di vedere le cose e' diverso perche' li non ci viviamo e non ne conosciamo tutte le problematiche pero' e' vero che la gente del luogo considera le montagne come se fossero di loro proprieta'. I giovani pensano solo a divertirsi e chi resta ovviamente si occupa di sci alpino o diventa maestro o lavora nelle societa' nelle quali gran parte dei soci sono gli stessi abitanti. Insomma in val fiorentina sono alla frutta ovvero se non ci fosse la societa degli impanti di Selva di cadore la vallata si svuoterebbe completamente senza nessuna possibilita' visto che altri insediamenti industriali o commerciali non esistono. Purtroppo questa e' la soluzione peggiore...altro si potrebbe fare con gli impianti attuali e altro si potrebbe fare per incentivare un certo tipo di turismo che non necessariamente deve essere quello legato al mondo dello sci.Questo si che porterebbe qualche beneficio di lunga durata mentre questo collegamento non ha nessun grande valore sciistico e secondo me non portera' un gran numero di turisti in piu' di quelli che gia' vengono.
    Oramai le mete della massa sono ben altre e non e' certo con una seggiovia che collega Pescul a San Vito che attireranno queste masse di turisti...semplicemente allungheranno di qualche anno la loro lenta agonia.
    Oltre a deturpare in modo irrimediabile un posto stupendo che io ben conosco.
    speriamo bene ma al passo staulanza ci saro' anche io.
    _________________

  9. #299
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Una opinione come tante altre....
    Certo, però è curioso che anche chi è contrario al nuovo comprensorio, alla fine riconosce che l'economia della valle (fiorentina) è aggrappata agli impianti.

  10. #300

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Ho lavorato sulle piste e ti assicuro che sono tante le persone che fanno cosi, non indico percentuali ma sono molte di più di quello che si può pensare.
    Senza contare quelli che ti lasciano le scoazze in posti mai visti! ... non tutti sia ben chiaro.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy