Pagina 33 di 94 PrimaPrima ... 2331323334354383 ... UltimaUltima
Risultati da 321 a 330 di 938

Discussione: Nuovo comprensorio Cadore-Civetta

  1. #321
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Senti Sten, ti faccio una proposta: proviamo a "deporre le armi" e cerchiamo prima di capire bene la situazione. Sicuramente tu conosci i problemi di San Vito, anche Murphy li conosce siete entrambi sanvitesi e credo che entrambi abbiate a cuore la sopravvivenza del paese. Diciamo che le premesse sono le stesse (le cose vanno male), l'obiettivo è lo stesso (il bene di San Vito) mentre gli strumenti sono diversi. Visto che la realizzazione degli impianti oltre a non essere gradita a tutti i sanvitesi, al momento sembra anche di difficile attuazione, perché intanto non si prova - da ambo le parti - a ragionare su delle alternative?
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  2. #322

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da arams Visualizza Messaggio
    50 ettari equivalgono a 50 campi da calcio (QUANTO!!!) ma ti sei dimenticato di dire che le Regole di S.Vito gestiscono attualmente una proprietà di circa 5.827 ettari quindi si tratterebbe dello 0.8% del loro territorio (CHE POCO!!!) il che lo fa decisamente assomigliare ad una modesta entità... o no?
    E che dire del valore dei terreni compensativi? Diciamo che il valore dei terreni con sopra gli impianti è triplo rispetto al valore attuale, quindi per le Regole perchè dovrebbe essere un cattivo affare?
    Ultima nota: non è che dire di "avere le mani legate" da una normativa regionale che le stesse Regole (di Cortina...) hanno praticamente proposto alla Regione e che è già stata cambiata senza problemi su richiesta delle stesse Regole (di Cortina) è un alibi per non voler veramente prendersi la responsabilità di decidere? Chissà...
    Nel frattempo caro Murphy dovresti raccontare le cose con un minimo in più di obiettività... altra cosa: come mai nè tu nè nessun altro domenica ha avuto il coraggio di alzarsi in piedi, prendere il microfono e dire "io sono contrario per questo e questo motivo?" Forse perchè le motivazioni della tua contrarietà non sono difendibili davanti ad una platea che conosce l'argomento di cui si parla? E' più facile raccontare quallo che si vuole su un forum?
    Io ti dico quello che ho sentito, se tu hai sentito altro racconta la tua versione. Comunque vedo con piacere che chi non è convinto di questo progetto viene attaccato furiosamente sempre e comunque. Dimmi, tu hai sentito dire che ci sono terreni compensativi domenica? io no, ho sentito l'idea di fare una "colletta di terreni" fra i vari proprietari, ovviamente bisogna vedere se si trovano terreni vicini di persone disposte a cederli in affitto, credo sia molto difficile. Poi hanno spiegato che il disboscamento dell'area non permetterebbe più di tagliare neanche un albero per cinque anni, le Regole perderebbero per anni la rendita del legname. Ultima cosa, tu ti sei alzata o alzato a fare delle domande? brava o bravo, ti faccio i miei più sentiti complimenti, io non ho mai parlato ad un microfono e mai lo farò, ma se qualcuno mi chiede la mia posizione di persona non mi vergogno di dire quello che penso anche se poi vengo insultato. Cara arams, rispetta le opinioni delle persone, mi pare che anche tu racconti quello che vuoi su questo forum, anche tu sei nascosto/a dietro un nome che non è il tuo, perciò ti potrei dire: da che pulpito viene la predica...se poi credi che tutti quelli che sono per il no siano dei buzzurri retrogradi questo non è un problema che mi riguarda, sfogati con i tuoi amici o vai a farti una corsa, non è così che si porta avanti un dibattito.

  3. #323
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    73

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Senti Sten, ti faccio una proposta: proviamo a "deporre le armi" e cerchiamo prima di capire bene la situazione. Sicuramente tu conosci i problemi di San Vito, anche Murphy li conosce siete entrambi sanvitesi e credo che entrambi abbiate a cuore la sopravvivenza del paese. Diciamo che le premesse sono le stesse (le cose vanno male), l'obiettivo è lo stesso (il bene di San Vito) mentre gli strumenti sono diversi. Visto che la realizzazione degli impianti oltre a non essere gradita a tutti i sanvitesi, al momento sembra anche di difficile attuazione, perché intanto non si prova - da ambo le parti - a ragionare su delle alternative?




    Ecco il punto Smara; le alternative finora proposte, ovvero un "generico turismo ecologico" fatto di scialpinismo e ciaspe non sono stati mai seguiti da un approfondimento reale. Quanti sarebbero quelli che lo praticano? Che ritorno economico potrebbe esserci ? Che ricadute occupazionali ? Avrai sicuramente letto un mio intervento precedente relativo ad analoghe proposte fatte 30 anni fa che hanno contribuito a far fallire un progetto analogo in zona Pelmo. Sono passati 30 anni e non se nè fatto nulla. Nel frattempo il resto del mondo è andato avanti. Non so quanti anni tu abbia ma posso assicurarti che 30 anni fa il turismo invernale a San Vito era eccellente per non dire più che soddisfacente. La gente veniva, faceva la cosa alle sciovie, usciva la sera. Ora tutto questo è sparito ma, nel frattempo, le altre zone che hanno fatto impianti e collegamento sono cresciute in modo esponenziale. Hai idea di cos'era Alleghe o Zoldo 30 anni fa? Ci guardavano con invidia ed Alleghe era conosciuta solo per la nota vicenda degli omicidi.

    Sarei il primo ad essere contento se ci potesse essere una soluzione alternativa a questo collegamento; a Mondoval ci vado anch'io e ne resto estasiato ogni volta. Ma per quanto ci pensi e per quanto sento alternative vere, credibili, fattibili e con ritorno economico non ce ne vedo.

    Chiunque sia in grado di metterne sul piatto un'altra sarà, da parte mia, il benvenuto

  4. #324
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    73

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da murphy Visualizza Messaggio
    Io ti dico quello che ho sentito, se tu hai sentito altro racconta la tua versione. Comunque vedo con piacere che chi non è convinto di questo progetto viene attaccato furiosamente sempre e comunque. Dimmi, tu hai sentito dire che ci sono terreni compensativi domenica? io no, ho sentito l'idea di fare una "colletta di terreni" fra i vari proprietari, ovviamente bisogna vedere se si trovano terreni vicini di persone disposte a cederli in affitto, credo sia molto difficile. Poi hanno spiegato che il disboscamento dell'area non permetterebbe più di tagliare neanche un albero per cinque anni, le Regole perderebbero per anni la rendita del legname. Ultima cosa, tu ti sei alzata o alzato a fare delle domande? brava o bravo, ti faccio i miei più sentiti complimenti, io non ho mai parlato ad un microfono e mai lo farò, ma se qualcuno mi chiede la mia posizione di persona non mi vergogno di dire quello che penso anche se poi vengo insultato. Cara arams, rispetta le opinioni delle persone, mi pare che anche tu racconti quello che vuoi su questo forum, anche tu sei nascosto/a dietro un nome che non è il tuo, perciò ti potrei dire: da che pulpito viene la predica...se poi credi che tutti quelli che sono per il no siano dei buzzurri retrogradi questo non è un problema che mi riguarda, sfogati con i tuoi amici o vai a farti una corsa, non è così che si porta avanti un dibattito.





    Ulcuni pensieri a voce alta.
    LEGNAME: le Regole perderebbero per 5 anni l'introito della vendita del legname in compenso avrebbero a disposizione il legname tagliato per fare le piste. Il prezzo potrebbe essere più basso visto la quantità immessa sul mercato? ok .. quantifichiamolo e spalmiamo la differenza come onere aggiuntivo ai costi d'esercizio degli impianti.
    Non credo che parliamo di grosse cifre visto che le Regole sono anni che stanno "piangendo il morto" perchè dalla vendita del legname non si ricava molto.
    Da considerare poi che le Regole andrebbero a percepire l'affitto dei terreni; immagino che sarebbe un importo più che sostanzioso.
    Altro denaro le regole lo risparmierebbero nel momento in cui gli interventi di manutenzione delle strade e di quel territorio non sarebbero più a loro carico ma a carico degli impianti.
    Facendo i conti della serva secondo me le Regole, dal punto di vista economico, ne andrebbero a guadagnare.

    TERRENI COMPENSATIVI: il territorio verrebbe utilizzato durante l'inverno; durante l'estate le piste sarebbero ad uso agro/silvo/pastorale o sbaglio ?
    I prati potrebbero essere sfalciati e l'erba venduta oppure essere utilizzati dal del bestiame da pascolo ( mucche ) dando impulso all'attività di allevamento o caseario di cui le Regole potrebbero essere promotrici.
    Potrebbe essere costruita una stalla con annesso piccolo agriturismo e anche questo andrebbe nell'ottica della salvaguardia del territorio e dello sviluppo turistico.
    Forse, con un pò di buona volontà e con il parere di qualche legale che possa interpretare la legge si potrebbe andare a scoprire che, essendo solo un utilizzo invernale, la funzione del territorio non sarebbe cosi stravolta e forse, di terreno compensativo ne servirebbe di meno

  5. #325
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sten Visualizza Messaggio
    Si, la situazione è grave. Vechi problemi e nodi che ora sono arrivati "al pettine". Nel momento in cui domenica scorsa, sottolineo domenica, nel pieno delle settimane bianche e con una neve splendida si poteva parcheggiare senza alcun problema alla partenza degli impianti (due interi parcheggi erano completamente vuoti) nel momento in cui il rifugio all'arrivo della seggiovia alle ore 13,00 era praticamente vuoto dentro e completamente deserto fuori, nel momento in cui mezz'ora fa ho potuto parcheggiare comodamente davanti alla cooperativa senza alcun problema posso affermare che la situazione è grave.
    Il mini comprensorio di S. Vito è carino, le piste sono tenute bene, ma è anche tanto piccolo. Se alle 10,30 di mattina hai già fatto tutte le piste 2 o 3 volte, poi t'annoi. Diverso è il discorso per i principianti, che invece a S. Vito si trovano bene di sicuro. Solo che non si resta principianti tutta la vita e poco più in là c'è il comprensorio forse più grande del mondo, che inevitabilmente finisce per attrarre la massa. C'è poco da fare, se sei fuori dal circuito, sei fuori e basta. La stessa Cortina, che pure dispone di un comprensorio piuttosto ampio, sta cercando in tutti i modi di uscire dal suo isolamento. Ma qui ci sono le regole, con la maiuscola e con la minuscola. Sarò pessimista, ma la vedo dura.

  6. #326
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    @Sten: secondo me fare paragoni con altre realtà non è sempre utile, a meno che non si abbiano sufficienti elementi per poter dire "se è successo là allora succederà anche da noi". Però capisco che la vicinanza di Arabba possa indurre a pensare in quel senso. Purtroppo ho la sensazione (che per il momento si fonda su relazioni che ho letto anche a firma della Regione Veneto), che gli sport invernali siano in declino. Gli impianti nuovi sposteranno sicuramente più sciatori a San Vito, ma chi può dire con certezza che forniranno i numeri sufficienti anche al solo mantenimento degli impianti? Penso che un errore di valutazione, in questo senso, schiaccerebbe San Vito definitivamente. Lo so che è difficile fare delle proposte alternative, però varrebbe comunque la pena provarci. Io credo molto nella diversificazione dell'offerta, ma potrei dare dei suggerimenti forse poco adatti alla realtà Sanvitese. Per questo le proposte individuate nel documento programmatico di nuovagenerazione mi sembravano valide. La mia ulteriore proposta è quella di bandire una gara per uno studio su proposte alternative. Penso che potrebbero parteciparvi sia studenti universitari che professionisti del settore. Sicuramente potrebbero arrivare delle nuove idee.
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  7. #327
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    73

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    @Sten: secondo me fare paragoni con altre realtà non è sempre utile, a meno che non si abbiano sufficienti elementi per poter dire "se è successo là allora succederà anche da noi". Però capisco che la vicinanza di Arabba possa indurre a pensare in quel senso. Purtroppo ho la sensazione (che per il momento si fonda su relazioni che ho letto anche a firma della Regione Veneto), che gli sport invernali siano in declino. Gli impianti nuovi sposteranno sicuramente più sciatori a San Vito, ma chi può dire con certezza che forniranno i numeri sufficienti anche al solo mantenimento degli impianti? Penso che un errore di valutazione, in questo senso, schiaccerebbe San Vito definitivamente. Lo so che è difficile fare delle proposte alternative, però varrebbe comunque la pena provarci. Io credo molto nella diversificazione dell'offerta, ma potrei dare dei suggerimenti forse poco adatti alla realtà Sanvitese. Per questo le proposte individuate nel documento programmatico di nuovagenerazione mi sembravano valide. La mia ulteriore proposta è quella di bandire una gara per uno studio su proposte alternative. Penso che potrebbero parteciparvi sia studenti universitari che professionisti del settore. Sicuramente potrebbero arrivare delle nuove idee.




    Smara, il confronto non l'ho fatto con Arabba; la fortunata posizione geografica che ha come collegamento tra due vallate è irripetibile. Il mio confronto era con Alleghe e Zoldo due località che hanno saputo creare dal nulla un nuovo comprensorio. E non me ne vogliano gli amici di Alleghe o Zoldo ma San Vito ha una posizione geografica, ambientale e con una vallata ampia e soleggiata che è sicuramente più favorevole per il turismo. Concorso di idee ? potrebbe anche essere ma che idee potrebbero mai uscire ? non possiamo essere una stazione termale, non possiamo più essere il paese di montagna caratteristico fermo all'inizio del 900 che si raggiunge solo con i cavalli e slitte e senza auto, non possiamo essere la stazione turistica d'elitè, non possiamo tornare tutti a vivere di agricoltura e pastorizia... vedo le possibilità alternative limitate allo sviluppo del turismo invernale e a un sostanziale miglioramento dell'offerta estiva. Anche per l'estate molte cose si potrebbero fare e migliorare. Purtroppo di certezze in questo momento ne possiamo avere solo due: la prima è che se non facciamo qualcosa subito, per noi e per le generazioni che ci seguiranno, tra un pò sarà troppo tardi... la seconda che un giorno ( spero per tutti molto molto lontano) tutti noi moriremo

  8. #328
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    73

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    ??????? blu pista difficile????




    Magari è un blu scuro scuro

  9. #329
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sten Visualizza Messaggio
    Magari è un blu scuro scuro
    Ehi! Un po' di rispetto per gli imbranati come me! Io più della verde non faccio!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  10. #330
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Caro Sten, le generazioni che seguiranno avranno ben altri problemi, primo tra tutti quello dell'acqua. E come giustamente riportato anche da murphy, io ci farei un pensierino sull'utilizzo delle riserve d'acqua per sparare tanta neve artificiale (e sugli impianti nuovi ce ne vorrà tanta), considerando soprattutto il fatto che il turismo (in special modo quello invernale) sta diventando sempre più "mordi e fuggi". Per cui ci saranno gli sciatori che arriveranno dalla pianura, si faranno la sciatina in giornata (il prolungamento dell'autostrada li aiuterà parecchio) e la sera se ne torneranno a casa. Ci sarà un po' di guadagno con gli skipass, ma tutto il resto sarà solo rumore, traffico e rifiuti.
    Il fatto di credere che nessun altro possa portare delle idee costruttive e innovative per migliorare il turismo, lo trovo un atto di presunzione. A meno che il vero obiettivo sia quello di fare gli impianti e basta, non importa capire se i turisti arriveranno (nessuno studio è stato fatto a proposito), non importa capire chi pagherà il rischio del fallimento, non importa capire il danno ambientale. E qui devo tornare alla mia idea iniziale. Questo progetto è stato imposto, non a caso è gia nelle stanze della Regione. C'è un intero paese che si sta ancora chiedendo se sia giusto farlo o meno, ci sono le Regole che - giustamente - stanno analizzando tutta la questione normativa (visto che la giunta si era dimenticata di farlo...), si sta rischiando una "guerra civile" all'interno di San Vito, però lo studio di fattibilità è già sui tavoli della Regione. Andiamo bene!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy