Pagina 67 di 94 PrimaPrima ... 1757656667686977 ... UltimaUltima
Risultati da 661 a 670 di 938

Discussione: Nuovo comprensorio Cadore-Civetta

  1. #661
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito Sì allo sci

    Lasciando ad altri più qualificati le analisi socio-economiche, da semplice turista-sciatore la mia impressione è che il nuovo comprensorio riscuoterebbe senz'altro un grande successo, anche perchè, imho, non c'è nulla di più esaltante sugli sci (ma anche passeggiando a piedi) che scollinare passando da una valle all'altra, anche perchè ti si aprono davanti nuovi orizzonti, nuove prospettive; emozioni che non provi sciando sempre sullo stesso versante. Immagino che dall'altra parte ci si chiederà: ma a quale prezzo? alludendo ai danni all'ambiente. In realtà mi sembra che il nuovo comprensorio si limiti a sfiorare le aree più pregevoli dal punto di vista ambientale, che poi sono quelle in quota, dove non sono previsti pesanti interventi di sbancamento per le piste. In compenso ci sarebbe la possibilità per molti di accedere ad una zona molta bella, ma poco frequentata, anche d'estate, non tanto perchè sia difficile da raggiungere (dal giau in un'ora e mezza si arriva a malga prendera) quanto per la mancanza di punti di appoggio, una volta che si è arrivati su. Il che, per i pochi che ora ci vanno, e che vorrebbero che tutto restasse com'è, rappresenta il suo fascino. Ma, per l'appunto, sono pochi. Comunque, decideranno le Regole.

  2. #662
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Ciao Cri_Sanvito! Meno male che sei tornato, citando proprio l'autorevole parere del prof. Van der Borg. Sì perché a me è rimasto un dubbio, già espresso più volte, ma nessuno dei sanvitesi sostenitori del progetto mi ha mai risposto. Magari tu che sei uno degli addetti ai lavori puoi aiutarmi a scioglierlo....
    Il mio dubbio è questo: perché la giunta sanvitese, che aveva chiesto al prof. olandese di fare una valutazione sulle ricadute socio-economiche, non ha aspettato l'esito dello studio e ha votato il progetto sbrigandosi a mandarlo subito nelle stanze della regione? Forse che questo parere non sia poi così autorevole e quindi non c'era bisogno di acquisirlo? O forse erano già sicuri, con tre mesi di anticipo, dell'esito?
    In effetti tutta questa vicenda è piena di certezze è così piena di certezze che, finora, l'unica vera preoccupazione sembra essere solo il verdetto delle Regole. Io comincio a temere che, invece, anche un parere contrario da parte dei Regolieri potrebbe non rappresentare un problema....
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  3. #663
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    E poi vorrei aggiungere un dettaglio "tecnico" sulla qualità degli articoli riportati sui giornali, sia sul corriere delle alpi che sul gazzettino. Non so se avete notato, ma riportano esattamente il testo dell'executive summary della relazione scritta a dicembre scorso (tra l'altro in forma di bozza): ma che razza di articoli sono? Sono forse i comunicati stampa mandati da qualche fautore del progetto alle testate giornalistiche? Cos'è? Un tentativo di campagna elettorale pre-elezioni?
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  4. #664
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito Le Regole verso il no?

    Dall'articolo di oggi sul corriere delle alpi sembrerebbe che le Regole siano orientate per il no al comprensorio. Che si dice in paese? qualcuno lo sa?
    http://corrierealpi.gelocal.it/crona...nivoca-4207199

  5. #665
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da egon Visualizza Messaggio
    Dall'articolo di oggi sul corriere delle alpi sembrerebbe che le Regole siano orientate per il no al comprensorio. Che si dice in paese? qualcuno lo sa?
    http://corrierealpi.gelocal.it/crona...nivoca-4207199
    E che problema c'è se le Regole dicono di no? Tanto a Perarolo e a Venezia sono d'accordo!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  6. #666
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito Autostrade dello sci

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    E che problema c'è se le Regole dicono di no? Tanto a Perarolo e a Venezia sono d'accordo!
    Mah, non so. Mi sembra che in Italia ci sia ancora la proprietà privata e che la terra di cui si discute sia delle Regole. E' vero che esiste anche l'istituto dell'espropriazione per pubblica utilità ma non sono a conoscenza di casi di espropriazione di terreni per ricavarne aree sciabili. Per farne strade invece sì. A proposito, quelli di MW parlavano di autostrade dello sci sul pelmo e quindi...ci può stare pure l'esproprio? Scherzando scherzando mi sono reso conto che invece in Piemonte una legge del genere c'è già (art. 14 legge 2/2009) il che significa la possibilità di esproprio o la costituzione coattiva di servitù di area sciabile. E in Veneto?
    Ultima modifica di egon; 17-05-2011 alle 04:44 PM

  7. #667
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da egon Visualizza Messaggio
    Mah, non so. Mi sembra che in Italia ci sia ancora la proprietà privata e che la terra di cui si discute sia delle Regole. E' vero che esiste anche l'istituto dell'espropriazione per pubblica utilità ma non sono a conoscenza di casi di espropriazione di terreni per ricavarne aree sciabili. Per farne strade invece sì. A proposito, quelli di MW parlavano di autostrade dello sci sul pelmo e quindi...ci può stare pure l'esproprio? Scherzando scherzando mi sono reso conto che invece in Piemonte una legge del genere c'è già (art. 14 legge 2/2009) il che significa la possibilità di esproprio o la costituzione coattiva di servitù di area sciabile. E in Veneto?
    Senza arrivare alle autostrade si può sempre dimostrare che le prossime generazioni non avranno niente con cui sfamarsi....
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  8. #668
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito

    In Veneto credo che l'esproprio o la costituzione di servitù sui terreni delle Regole non siano possibili (art. 13 legge 21/2008). Quindi se le Regole diranno di no, sarà no. Le nuove generazioni potranno sempre sfamarsi con muschi e licheni.

  9. #669
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Per come stanno andando le cose in Italia, le leggi, purtroppo, non bastano più. Non viene rispettata neppure la Costituzione, figuriamoci!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  10. #670
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito A chi troppo, a chi niente

    1)Comelico: la nuova ski-area va a gonfie vele
    2) Padola: impianti aperti anche d'estate
    "Dolomiti di Sesto spa" prova a dare uno scossone al turismo. L’ad Mark Winkler vuole fare fruttare la partecipazione nella “Nuova Alta Val Comelico”
    I relativi articoli li potete trovare sul corriere delle alpi. Ma volete mettere un bel minestrone di muschi e licheni?

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy