Pagina 78 di 94 PrimaPrima ... 2868767778798088 ... UltimaUltima
Risultati da 771 a 780 di 938

Discussione: Nuovo comprensorio Cadore-Civetta

  1. #771
    Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    6

    Predefinito

    finalmente la tase!!!!

  2. #772
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Premetto che non centra nulla con il comprensorio, ma essendo che in alcuni interventi certe persone insistono nel dire che la situazione in Cadore non è poi cosi critica, anzi, non lo è affatto, volevo solo farvi sapere che a fine stagione, con settembre credo, nel comune di Auronzo 7 attività commerciali verranno chiuse per mancati introiti, le motivazioni possono essere varie, ma resto nell'idea che una tra le cause maggiori sia il fatto che non venga fatto nulla di innovativo o atrattivo per richiamere turisti ma sopratutto il fatto che non c'è modo di impedire, causa ovviamente possibilità di lavoro, che i giovani vadano via...

  3. #773
    Junior Member L'avatar di claudiodm
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Padova + Tai di Cadore
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Un saluto a tutti.
    Posto per la prima volta relativamente a questo argomento anche in seguito ad uno scambio di considerazioni fatte di recente con un amico.
    Premetto che non conosco a fondo il progetto ma conosco (direi abbastanza a fondo) il settore turistico e per questo condivido alcune riflessioni, non tanto di dettaglio quanto di "merito".
    In primo luogo, parlando di sviluppo di un territorio, è importante essere consapevoli che è sempre frutto di un compromesso tra ciò che si “guadagna” e ciò che si “perde”. Ciò a cui si mira (o si dovrebbe mirare) è un “equilibrio sostenibile” in parte legato a condizioni oggettive e in parte legato a scelte fatte dalla comunità locale e, come accade in molte situazioni, si possono avere più forme di “equilibrio” tra le quali scegliere.
    A mio giudizio il punto sta proprio qui: a parità di investimento e di risultato economico (ovvero di sviluppo dell'economia locale), quante sono state le soluzioni prese in considerazione e confrontate tra loro per poi scegliere quella più (nel complesso) conveniente?
    Uno tra gli errori più frequenti che vedo commettere è proprio questo: scegliere una strada senza prendere in considerazione nessuna alternativa... per scoprire solo dopo, a giochi fatti, che la scelta non è stata quella più funzionale.
    Non so in questo caso se e quali alternative sono state considerate... e se non sono state considerate (in modo serio e non strumentale ovviamente) mi sentirei di suggerire di farlo prima di muovere la prima pietra.
    Un altro pensiero è legato al cambiamento: nulla è immutabile e tutto è in divenire... ciò che vale oggi potrebbe non valere domani... per questo una tra le qualità più importanti che rendono vincente un territorio (ma anche le persone) è la flessibilità, la capacità di adattarsi... cosa che è tanto più facile quanto più ci si mantiene “leggeri”.
    Ultima modifica di claudiodm; 04-06-2011 alle 12:17 PM

  4. #774
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Buongiorno claudiodm. La tua analisi oltre ad essere ineccepibile si caratterizza per una qualità che i politici ed amministratori italiani hanno perso da tempo: la saggezza. Quello che dici è corretto, occorre partire da un'analisi costi/benefici. E' talmente corretto che bisognerebbe darlo per scontato. Purtroppo non è così.
    Ormai la tendenza è quella di sfruttare le occasioni così come vengono. Non si ha più il quadro d'insieme. Anche quando la legge lo impone, poi si trovano le scappatoie per far prevalere i piccoli interessi personali sul più ampio senso del bene comune. Un esempio corrente è quello dei piani territoriali. Prima si pianifica ad ampio raggio e poi si procede a colpi di varianti. La stessa cosa vale per le aree protette, prima vengono perimetrate per salvaguardarle e poi si danno i permessi per costruirci dentro.... Purtroppo siamo in Italia!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  5. #775
    Junior Member L'avatar di claudiodm
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Padova + Tai di Cadore
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Buongiorno claudiodm. La tua analisi oltre ad essere ineccepibile si caratterizza per una qualità che i politici ed amministratori italiani hanno perso da tempo: la saggezza. Quello che dici è corretto, occorre partire da un'analisi costi/benefici. E' talmente corretto che bisognerebbe darlo per scontato. Purtroppo non è così.
    Ormai la tendenza è quella di sfruttare le occasioni così come vengono. Non si ha più il quadro d'insieme. Anche quando la legge lo impone, poi si trovano le scappatoie per far prevalere i piccoli interessi personali sul più ampio senso del bene comune. Un esempio corrente è quello dei piani territoriali. Prima si pianifica ad ampio raggio e poi si procede a colpi di varianti. La stessa cosa vale per le aree protette, prima vengono perimetrate per salvaguardarle e poi si danno i permessi per costruirci dentro.... Purtroppo siamo in Italia!
    E' vero Smara, siamo in Italia e, come accade in ogni nazione, temo che i politici siano (più o meno) lo specchio della nostra società... allora, penso che sarebbe cosa buona se come italiani iniziassimo a dare il nostro personale contributo al cambiamento (mi si perdonerà la generalizzazione, qualcuno che si impegna già c'è sicuramente) ... parlando di meno e agendo di più... con pacatezza ma determinazione e convinzione... forse, qualche risultato in più lo otterremo :-)

  6. #776
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da claudiodm Visualizza Messaggio
    E' vero Smara, siamo in Italia e, come accade in ogni nazione, temo che i politici siano (più o meno) lo specchio della nostra società... allora, penso che sarebbe cosa buona se come italiani iniziassimo a dare il nostro personale contributo al cambiamento (mi si perdonerà la generalizzazione, qualcuno che si impegna già c'è sicuramente) ... parlando di meno e agendo di più... con pacatezza ma determinazione e convinzione... forse, qualche risultato in più lo otterremo :-)
    Sì, forse hai ragione. Anche se mi sembra che quando si fa politica la pacatezza sembra svanire...
    Il problema, secondo me, è che quando si dovrebbe agire si parla e quando si dovrebbe parlare si agisce. Tu guarda quello che è successo con questo comprensorio. In questo caso è andato tutto alla rovescia. I signori politici avrebbero dovuto in primo luogo confrontarsi con le parti in causa, per verificare la bontà di questa proposta e poi, sulla base dei confronti, avrebbero dovuto agire. Invece è andato tutto all'inverso. Prima hanno deciso (di farlo) e poi hanno scatenato le reazioni e le chiacchiere di tutti, sanvitesi e non.
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  7. #777

    Red face

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Sì, forse hai ragione. Anche se mi sembra che quando si fa politica la pacatezza sembra svanire...
    Il problema, secondo me, è che quando si dovrebbe agire si parla e quando si dovrebbe parlare si agisce. Tu guarda quello che è successo con questo comprensorio. In questo caso è andato tutto alla rovescia. I signori politici avrebbero dovuto in primo luogo confrontarsi con le parti in causa, per verificare la bontà di questa proposta e poi, sulla base dei confronti, avrebbero dovuto agire. Invece è andato tutto all'inverso. Prima hanno deciso (di farlo) e poi hanno scatenato le reazioni e le chiacchiere di tutti, sanvitesi e non.
    Avviso:Nonostante il Comprensorio non si faccia e quindi smara dovrebbe aver raggiunto il proprio scopo.. mi accorgo che forse il suo vero fine non era quello, ma continuare a parlare negativamente dell'amministrazione sanvitese!!!!Ecco un ulteriore esempio..è che forse i nuovi utenti ancora non la conoscono...basta.....veramente...cambia forum grazie!!

  8. #778
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Heidi Visualizza Messaggio
    Avviso:Nonostante il Comprensorio non si faccia e quindi smara dovrebbe aver raggiunto il proprio scopo.. mi accorgo che forse il suo vero fine non era quello, ma continuare a parlare negativamente dell'amministrazione sanvitese!!!!Ecco un ulteriore esempio..è che forse i nuovi utenti ancora non la conoscono...basta.....veramente...cambia forum grazie!!
    Cara Heidi, stai tranquilla, non sto parlando negativamente di nessuno. Sto solo esercitando il diritto di critica.
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  9. #779
    Junior Member L'avatar di claudiodm
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Padova + Tai di Cadore
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Heidi Visualizza Messaggio
    Avviso:Nonostante il Comprensorio non si faccia e quindi smara dovrebbe aver raggiunto il proprio scopo.. mi accorgo che forse il suo vero fine non era quello, ma continuare a parlare negativamente dell'amministrazione sanvitese!!!!Ecco un ulteriore esempio..è che forse i nuovi utenti ancora non la conoscono...basta.....veramente...cambia forum grazie!!
    Salve Heidi, purtroppo vivendo fuori dal Cadore apprendo ora, dalle tue parole, che non si farà... personalmente non so se sia un bene o un male ma ci sarà pure un'alternativa... il famigerato Piano B... o no?
    Se non c'è potrebbe essere un'ottima occasione per predisporlo... ovviamente insieme ad un Piano C. Spero proprio che il mancato avvio del progetto sia foriero di un nuovo slancio con nuove idee (a volte l'orgoglio è utile) e non di una mesta arresa.

  10. #780
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da claudiodm Visualizza Messaggio
    Salve Heidi, purtroppo vivendo fuori dal Cadore apprendo ora, dalle tue parole, che non si farà... personalmente non so se sia un bene o un male ma ci sarà pure un'alternativa... il famigerato Piano B... o no?
    Se non c'è potrebbe essere un'ottima occasione per predisporlo... ovviamente insieme ad un Piano C. Spero proprio che il mancato avvio del progetto sia foriero di un nuovo slancio con nuove idee (a volte l'orgoglio è utile) e non di una mesta arresa.
    Ciao Claudio, hai capito bene, il comprensorio non si farà, fino ad oggi non mi risulta ci sia un piano B, o meglio qualcuno ha proposto di potenziare il mondo delle ciaspe o un TURISMO ECOLOGICO, che poi cosa si intendi è un mistero, dico solo come ho sempre affermato che si sono dati la zappa sui piedi, ma è una mia opinione, forse sbagliata, resta il fatto che molte delle persone che prima venivano in Cadore ora vanno in Trentino e questo lo dico con cognizione di causa perchè ho amici che hanno venduto casa in Auronzo per andare a Plan de Corones o zone limitrofe, tutta gente dalla Romagna che pur essendo io romagno ho conosciuto qua, non dico che siano idee sbagliate il potenziamento dei percorsi per sci alpinismo o per ciaspe,ma ritengo che sia un contorno ma che comunque senza una vera attrazione non crei risultati soddisfacenti.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy