Pagina 9 di 94 PrimaPrima ... 78910111959 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 938

Discussione: Nuovo comprensorio Cadore-Civetta

  1. #81
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Devo fare i miei complimenti a Erik Palatini per la relazione socio-economica che si può leggere al link postato da Murphy. Credo che gli abitanti di San Vito debbano essere orgogliosi di avere nel loro paese delle persone di questo spessore, che conducono delle analisi attente con l'unico obiettivo di prendersi cura della propria terra e dei propri abitanti.

    Peccato che il sindaco e la giunta non abbiano letto questo articolo! Sono sicura che non l'abbiano ancora letto, altrimenti avrebbero già rassegnato le dimissioni!

    @Murphy: grazie! mi hai fatto sentire un po' meno sola...

  2. #82
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito Proposta alternativa

    (dal Gazzettino - BL - 06/02/2011)
    LE PROPOSTE Dal turismo ormai al collasso alle ferrovie, l’allarme e i rimedi del consigliere Reolon

    «Questa provincia ormai sta morendo»

    Belluno, per Sergio Reolon, è una provincia destinata a morire se la politica non agisce da subito.

    «Stiamo perdendo quote di mercato nel turismo dentro l'area dolomitica: se negli anni novanta Belluno rappresentava il 30%, oggi siamo al 10%, mentre crescono le percentuali del Trentinto Alto Adige» spiega il consigliere regionale Pd. Per Reolon la questione non è la mancanza di promozione: «C'è un problema di adeguamento delle strutture e degli impianti di risalita che non potrà essere risolto senza un aiuto pubblico».La proposta che auspica sia presa in considerazione da più forze politiche è creare un fondo di rotazione di 10 milioni di euro annui nei prossimi 3 anni per contributi senza interessi per questo scopo. L'urgenza vera, però, è sul fondo della legge 18, l'unica dedicata al bellunese, senza finanziamenti perché i 4 milioni che la foraggiavano, a dicembre sono finiti nel calderone dei 35 milioni di euro di Veneto sviluppo per un fondo di garanzia alle imprese, che non sta riscuotendo grandi consensi nemmeno a detta dell'assessore regionale Marino Finozzi.

    Un emendamento al bilancio collegato al turismo riguarderà anche la ristrutturazione dei tipici tabià. E sui trasporti Reolon attacca senza mezzi termini l’assessore regionale Renato Chisso: «Sta prendendo per i fondelli i bellunesi da 15 anni è l'autostrada ne è la dimostrazione: è 4 anni che dice che entro 6 mesi parte il project financing». Per la ferrovia, invece, il consigliere annuncia un emendamento per creare corse veloci verso Venezia e Padova, visto che ora i treni che partono da Belluno si trasformano in mezzi per i pendolari da Conegliano e Montebelluna con il risultato che «15 anni fa per Venezia ci si metteva 1 ora e 40, oggi 2.10. Ho fatto un’interrogazione - chiede rivolto a Chisso - sulla volontà di mantenere operativa la Calalzo Ponte nelle Alpi a settembre e attendo ancora risposta». Non manca un appunto alla questione demanio idrico: «Nel bilancio regionale ci sono 4 dei 12 milioni concordati lo scorso anno con la provincia di Belluno, senza contare gli arretrati, mi stupisco che l'amministrazione non dica nulla».

    Commento. Se non vogliamo nuovi impianti, potremmo sempre creare una "Riserva del Cadore" dove gli indigeni potrebbero richiamare turisti intonando lo jodel battendosi le mani sulle cosce e nitrendo come cavalli.
    Ultima modifica di egon; 08-02-2011 alle 04:03 PM

  3. #83

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Sono incappata in questo articolo: http://carta.ilgazzettino.it/MostraS...05&CodSigla=BL
    Adesso lo so che dico una cosa che farà arrabbiare crodarossa, smaraa ecc. però questa volta non è colpa mia, è colpa dell'assessore de lotto che usa due pesi e due misure. I firmatari, che non gli garbano, sono foresti e quindi non capiscono, mentre il professore olandese che vive a venezia (quello che ha scritto la relazione socio-economica) lui sì che capisce i problemi del cadore. E chi glielo ha detto all'assessore che tra questi firmatari della petizione (sempre quelli che non gli garbano) non ci sia anche lì qualche professore? La differenza è che tra quelli che hanno firmato nessuno ha preso 80.000 euro per esprimere quello che pensava!
    La mia quasi omonima dimostra ancora una volta la sua malafede nel provare a screditare le persone che seriamente hanno svolto il loro lavoro. In primis il prof. Jan van der Borg del Dipartimento di Scienze Economiche dell'Università Cà Foscari di Venezia, docente di corsi di laurea in Economia e Politica del Turismo Avanzato, Economia del Turismo ed Economia dei Sistemi Turistici. Il prof. Van der Borg (basta guardare su google) è stato consulente dell'UNESCO, del comune di Venezia, coordinatore del gruppo di lavoro per il rilancio turistico di Jesolo, etc... Egli, tra l'altro, le ha già risposto per le rime in un altro forum (http://www.skiforum.it/forum/showthr...t=47776&page=5) al quale guarda caso smara non partecipa più...
    E per finire, l'ennesima smentita alle false insinuazioni di Smara: come si può vedere dal bilancio PUBBLICO della soc. Scoter, il compenso del Dipartimento di Scienze Economiche di VE per il lavoro svolto è di 11.500 euro, non di 80.000, ma quando si cerca di screditare qualcuno e/o qualcosa anche le menzogne vanno bene...

  4. #84
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smaraa Visualizza Messaggio
    La mia quasi omonima dimostra ancora una volta la sua malafede nel provare a screditare le persone che seriamente hanno svolto il loro lavoro. In primis il prof. Jan van der Borg del Dipartimento di Scienze Economiche dell'Università Cà Foscari di Venezia, docente di corsi di laurea in Economia e Politica del Turismo Avanzato, Economia del Turismo ed Economia dei Sistemi Turistici. Il prof. Van der Borg (basta guardare su google) è stato consulente dell'UNESCO, del comune di Venezia, coordinatore del gruppo di lavoro per il rilancio turistico di Jesolo, etc.
    Scusa ma dove avrei screditato il professore? Stiamo dicendo la stessa cosa, è olandese e vive (o forse lavora soltanto) a Venezia). E allora? Il problema mica è il professore, il problema è l'assessore de lotto che ha screditato tutti i firmatari della petizione dicendo che essendo foresti non erano in grado di capire. Ma allora se le fonti attendibili sono solo i padroni di casa perché interrogare il prof. Jan van der Borg? Anche lui è foresto, anzi, è persino più foresto di me, perché è foresto come olandese ed è foresto come veneziano. E poi cara smaraa, se la voce di questo professore è così autorevole perché il sindaco e la giunta non hanno aspettato di ascoltarla prima di votare lo studio di fattibilità? Ti ricordo che la delibera di approvazione ha data 14 settembre, mentre la relazione del professore è di dicembre... o è anche questa una data indicativa?

    Quanto ai soldi ti sbagli, la cifra che indichi tu 11.500 euro è la cifra pagata per lo studio di fattibilità!

  5. #85
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Smara continua a dire che S.Vito non ha bisogno di nuove fonti di lavoro
    Mi dici dove l'ho detto?

  6. #86

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smaraa Visualizza Messaggio
    La mia quasi omonima dimostra ancora una volta la sua malafede nel provare a screditare le persone che seriamente hanno svolto il loro lavoro. In primis il prof. Jan van der Borg del Dipartimento di Scienze Economiche dell'Università Cà Foscari di Venezia, docente di corsi di laurea in Economia e Politica del Turismo Avanzato, Economia del Turismo ed Economia dei Sistemi Turistici. Il prof. Van der Borg (basta guardare su google) è stato consulente dell'UNESCO, del comune di Venezia, coordinatore del gruppo di lavoro per il rilancio turistico di Jesolo, etc... Egli, tra l'altro, le ha già risposto per le rime in un altro forum (http://www.skiforum.it/forum/showthr...t=47776&page=5) al quale guarda caso smara non partecipa più...
    E per finire, l'ennesima smentita alle false insinuazioni di Smara: come si può vedere dal bilancio PUBBLICO della soc. Scoter, il compenso del Dipartimento di Scienze Economiche di VE per il lavoro svolto è di 11.500 euro, non di 80.000, ma quando si cerca di screditare qualcuno e/o qualcosa anche le menzogne vanno bene...
    Posso dire che la veemenza e la scompostezza con la quale tu e qualcun altro state attaccando quanto scrive smara screditano i contenuti dei vostri argomenti? Sarà che smara ha toccato un nervo scoperto!?

  7. #87

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Scredita l'alto tasso di disoccupazione che c'è in Cadore??? se questo qualcunaltro sono io!????
    L'alto tasso di disoccupazione del Cadore non è un TUO argomento, è un dato di fatto, purtroppo. I tuoi argomenti potrebbero essere, semmai, il tuo punto di vista su come combatterla (la disoccupazione). In ogni caso offendere un altro utente mi pare un esercizio a dir poco inutile.

  8. #88

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Scusa ma dove avrei screditato il professore? Stiamo dicendo la stessa cosa, è olandese e vive (o forse lavora soltanto) a Venezia). E allora? Il problema mica è il professore, il problema è l'assessore de lotto che ha screditato tutti i firmatari della petizione dicendo che essendo foresti non erano in grado di capire. Ma allora se le fonti attendibili sono solo i padroni di casa perché interrogare il prof. Jan van der Borg? Anche lui è foresto, anzi, è persino più foresto di me, perché è foresto come olandese ed è foresto come veneziano. E poi cara smaraa, se la voce di questo professore è così autorevole perché il sindaco e la giunta non hanno aspettato di ascoltarla prima di votare lo studio di fattibilità? Ti ricordo che la delibera di approvazione ha data 14 settembre, mentre la relazione del professore è di dicembre... o è anche questa una data indicativa?

    Quanto ai soldi ti sbagli, la cifra che indichi tu 11.500 euro è la cifra pagata per lo studio di fattibilità!
    Ma scusa, a me quello che hanno fatto mi pare logico: incaricano un'esperto per stimare le ricadute socio economiche sul loro territorio e chiedono ai loro cittadini (e non ad altri) se, a fronte di queste prospettive, accettano la realizzazione degli impianti sui LORO terreni... che c'è di sbagliato? probabilmente se c'era un professore di economica del turismo di S.Vito lo studio lo facevano fare a lui...
    Per quanto riguarda i soldi mi dispiace ma ti sbagli tu (o fai a finta di sbagliarti...), basta ripeto guardare il bilancio pubblico della società Scoter...75.000 euro per lo studio di fattibilità e 11.500 per l'analisi socio economica...

  9. #89

    Predefinito

    Sono nato, vivo e lavoro a San Vito. In questo momento il paese è diviso in due, chi vorrebbe disperatamente portare avanti questo progetto e chi vorrebbe mantenre intatta un'area dall'immenso valore ambientale. Pur non essendo residente, smara la pensa esattamente come molti di noi. E' vero, bisogna fare qualcosa, ma prima di compiere questo scempio non si potrebbe puntare su altri sport o attività? Sci alpinismo, sci di fondo, ciaspe, slittino, nordic walking... E vogliamo parlare del turismo estivo? Perchè non pubblicizzare meglio questi splendidi scenari unici al mondo? Su internet si trovano promozioni di qualsiasi zona montana, tranne la nostra.

  10. #90
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smaraa Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda i soldi mi dispiace ma ti sbagli tu (o fai a finta di sbagliarti...), basta ripeto guardare il bilancio pubblico della società Scoter...75.000 euro per lo studio di fattibilità e 11.500 per l'analisi socio economica...
    Ma si può vedere su internet il bilancio? Comunque sia, non cambia molto il concetto che volevo esprimere nel mio post di ieri, ovvero che anche la petizione raccoglie i pareri di persone autorevoli (non pagate da nessuno) e non per questo un personaggio pubblico, come un assessore, si può permettere di esprimere dei giudizi sulla capacità di intendere di altri cittadini (per lo più veneti).
    A parte questa gaffe, ci sono ben altre contraddizioni. La giunta municipale di San Vito (5 persone in tutto) ha deciso per conto suo di portare avanti questo progetto, di utilizzare 86500 per un'ipotesi di progetto che non aveva condiviso con nessuno, fuorché sé stessa. Tant'è vero che, come dice Murhpy, ora il paese è spaccato in due. E la presentazione di questo "prodigioso investimento" è stata fatta in una modalità che io reputo scorretta, ovvero utilizzando un tema delicato (come quello del lavoro) come specchietto per le allodole, nascondendo tutto il resto. E per tutto il resto intendo tutti punti magistralmente messi a fuoco sul sito www.pelmo-mondeval.it

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy