Zecche: alcuni consigli per evitarle

Le zecche, fastidiosi parassiti che si nascondono nella vegetazione, posso essere molto pericolosi se vengono a contatto con l’uomo. Non solo perchè si attaccano alla pelle ma perchè possono portare malattie come la meningoencefalite da zecca (per la quale esiste il vaccino) e la malattia di Lyme che invece può portare alla morte. A seguire alcuni consigli per evitare un incontro ravvicinato.

Vestirsi opportunamente, con abiti chiari che rendono più facile l’individuazione delle zecche, coprire le estremità, soprattutto inferiori, con calze chiare (meglio stivali) e utilizzare pantaloni lunghi;

Evitare di toccare l’erba lungo il margine dei sentieri, non addentrarsi nelle zone in cui l’erba è alta;

Applicare sugli abiti prodotti repellenti acquistabili in farmacia;

Terminata l’escursione, effettuare un attento esame visivo e tattile della propria pelle, dei propri indumenti e rimuovere le zecche eventualmente presenti. Le zecche tendono a localizzarsi preferibilmente sulla testa, sul collo, dietro le ginocchia, sui fianchi;

Trattare gli animali domestici (cani) con sostanze acaro repellenti prima dell’escursione;

Spazzolare gli indumenti prima di portarli all’interno delle abitazioni.

Se individuate sulla pelle, le zecche vanno prontamente rimosse perché la probabilità di contrarre un’infezione è direttamente proporzionale alla durata della permanenza del parassita sull’ospite. Bisogna comunque tenere presente che solo una percentuale limitata di individui è portatore di infezione.

Altre precauzioni importanti sono le seguenti:

Falciare regolarmente attorno alle abitazioni (per evitare che vi si annidino zecche);

Ispezionare frequentemente i cani e i gatti, ed eventualmente trattarli con prodotti appositi in vendita nei negozi per animali;

bonificare eventualmente il terreno con prodotti a base di Permetrina, un piretroide sintetico, poco tossico per l’uomo e gli animali; funge da repellente da applicare agli abiti ma è anche in grado di uccidere le zecche bloccando il loro sistema nervoso

Maggiori Informazioni sul tema zecche scaricando il depliant di Montagna Amica Sicura

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su